Fini gioca a fare il «pianista» per prova

Il presidente fa il «pianista» per prova. Poi s’innamora del sistema e ne diventa il primo sponsor. Gianfranco Fini (nella foto), ieri a Montecitorio, ha fatto finta di votare al posto di Silvana Mura (Idv). Un pericolo che non ci sarà mai, anche perché Fini non vota. Ma ieri in ballo c’era solo il test del nuovo sistema per sbarrare la strada ai «pianisti», quelli che votano a nome e per conto del collega, impegnato chissà dove. Un vezzo che finirà con le nuove regole. Ebbene il tesserino che Fini ha provato prendendolo direttamente dalle mani della Mura gli ha impedito il voto. Esperimento riuscito. I primi tentativi li avevano fatti la deputata Idv e Antonio Leone (Pdl). Poi la controprova del presidente-pianista.