Fini ha trovato il suo Ghedini

Onorevole e avvocato del capo. La definizione non troppo lusinghiera, lo spettro del conflitto di interessi non riguarda certo solo Niccolò Ghedini, deputato e legale di Berlusconi. Eppure, chi da anni se la prende contro il fedelissimo del Cav – dal partito di Repubblica alle penne affilate del Fatto –, non ha ancora preso di mira il deputato finiano Giulia Bongiorno. «Avvocato e politico italiano», recita di entrambi Wikipedia. Ma la Bongiorno, come si dice, gode di ottima stampa. Anche se è al contempo membro della Camera, presidente della commissione Giustizia, e avvocato del presidente della stessa Camera. È lei che occupò della pratica di separazione di Fini dalla moglie Daniela Di Sotto. È lei a cui lo stesso Fini ha dato incarico di querelare il Giornale per gli scoop sulla casa di Montecarlo. L’ultima volta che si sono incontrati, venerdì, chissà se Fini aveva di fronte il deputato o l’avvocato.