Fini: la Libertà (di pensiero) ci sarà (forse) solo in Futuro

(...) Espressione troppo cruda? Eccesso giornalistico? Beh, il titolo del comunicato stampa della Contini usa le virgolette che attribuiscono alla stessa donna forte di Fli le seguenti parole: «Azzerate tutte le cariche di partito». E per l’appunto specifica meglio poi cosa intenda dire. Cioè che «Genova e provincia sono state commissariate da Fli, quindi tutte le cariche partitiche sono state azzerate già dal mese scorso». Vietato quindi fare anche dei «commenti», cioè il diritto di pensiero e parola non esiste più.
Quello che tutt’al più stupisce è il fatto che l’ordine di imbavagliare il partito sia persino piaciuto agli imbavagliati. Che peraltro allentano per un attimo il fazzoletto per far sapere di essere d’accordo col capo. E con la capa. «Il consigliere comunale Giuseppe Murolo - si legge in una sua nota - in merito al comunicato stampa già diffuso della senatrice Barbara Contini, comunica che ne condivide totalmente il contenuto e stigmatizza che per troppo tempo Futuro e Libertà a Genova è stata penalizzata e danneggiata da sterili polemiche e dichiarazioni azzardate. Dichiara inoltre che darà la piena disponibilità e collaborazione alla senatrice Barbara Contini per il rilancio del partito sulla base dei Valori e delle Idee sintetizzate sul nostro manifesto fondativo».
A essere del tutto sinceri, è però difficile sapere se la senatrice Contini apprezzerà il fatto che venga riportato questa opinione, visto che in calce al comunicato di Murolo non è riportata un’autorizzazione autenticata con la quale la «governatrice» autorizza i giornali a considerarla «ufficiale». Così pure bisogna usare tutti i condizionali del caso, annunciando la presenza a Genova del presidente della Camera il prossimo 26 novembre, in occasione di un incontro pubblico all’hotel Sheraton (ore 16.30). La mail che lo annuncia - non ufficialmente certificata dalla depositaria del pensiero di Fli - è infatti la stessa dalla quale erano partite tutte le più recenti dichiarazioni di Fli Liguria (prima del comunicato-bavaglio), non ultima quella che criticava duramente la lussuosa festa di compleanno della senatrice Pinotti, colpevole di brindare alla faccia della crisi e dei contribuenti italiani. Quella presa di posizione era stata poi smentita dall’allora coordinatore regionale Enrico Nan, che all’epoca non era stato ancora azzerato, e che anzi si è sempre vantato di aver chiesto lui l’invio della plenipotenziaria a Genova. Insomma, la venuta di Fini è annunciata dalla mail finora più inattendibile del partito. Futuro e Libertà o Libertà (forse) in Futuro?