«Fini non deve discutere le mie scelte»

Roma. «Ho sempre rispettato Fini, continuo a farlo e non mi permetto di sindacare le sue scelte se va a braccetto con la Mussolini e con Bossi. Gli sarei grato se facesse lo stesso con me». Così Pier Ferdinando Casini risponde al leader di An. «Tra me e Casini c’è una valutazione un po’ diversa di come intendere l’opposizione», aveva dichiarato il leader di An. «Noi - ha replicato l’ex presidente della Camera - abbiamo scelto un’opposizione che dà molto più fastidio a Prodi ed è quello che cerchiamo di fare anche nell’interesse dei moderati che andranno in piazza. Voglio esprimere tutto il mio apprezzamento per il milione di persone che scenderà in piazza, ma non credo che il populismo e la demagogia possano servire a far cadere Prodi. Lo rafforzeranno...».