Fini: "Provo un senso di schifo"

Il presidente di An in città: "Che vergogna questa situazione. Bassolino si deve dimettere. Prodi deve accertare le responsabilità di quanto accade. No all'apertura di Pianura subito. Le altre Regioni non paghino l'incapacità della Campania"

Napoli - "Ho un senso di schifo. E provo grande solidarietà nei confronti dei napoletani". Gianfranco Fini è a Napoli con i vertici di An. Davanti ad una catasta di rifiuti a Porta Nolana, ingresso alla Napoli antica, esprime il suo sdegno per l’emergenza rifiuti nella capitale partenopea. "Questa città è conosciuta in tutto il mondo. Vederla ridotta in questo stato fa male" dichiara mentre dai balconi intere famiglie affacciate su via San Cosimo urlano anche a lui "vergognatevi".

Responsabilità "Pianura deve riaprire? Se fossi il presidente del consiglio prima direi Tizio ha responsabilità politiche e lo caccio domani, Caio ha sperperato soldi pubblici e lo caccio domani, i cittadini di Napoli hanno diritto a non pagare la Tarsu per il servizio che non hanno avuto. Se fossi Prodi solo dopo aver fatto queste cose andrei a Pianura per chiedere un impegno straordinario per la riapertura per due tre mesi della discarica". Fini dice no all’immediata riapertura dei Pianura, chiede le dimissioni di Bassolino, invita Prodi a trovare i responsabili politici di quello che "non è un’emergenza, ma un disastro annunciato. Non me la sento di dire che chi protesta a Pianura ha torto - va avanti Fini - hanno ragione, e per questo li inviterei a isolare camorristi, delinquenti, teppisti perché è chiaro che sono all’opera gruppi organizzati. Ma poi comprendo le loro ragioni e non so cosa aspetti Prodi a capire che chiedere oggi ad un napoletano di pagare la tassa sui rifiuti significa dargli del fesso, cornuto e mazziato. Prodi ritiene inevitabile ciò che è accaduto? lo dica. Ma se pensa che ci siano responsabili ha il dovere di dire chi sono, poi dovrebbe sentire la necessità di scendere a Napoli e scusarsi, portare la solidarietà e scuse accompagnate da un provvedimento per cui i cittadini napoletani abbiano il diritto a non pagare la Tarsu. Solo dopo, Prodi a Pianura potrà chiedere con un impegno d’onore che si riapra per tre mesi la discarica, avendo però detto che i napoletani non pagheranno le tasse e che i responsabili saranno puniti".

Le altre regioni "Nulla osta ad avere siti per lo smaltimento dei rifiuti anche in altre regioni. La solidarietà nazionale è sacrosanto invocarla, ma non si può pensare che altre regioni si facciano carico della incapacità della Campania di gestire il problema rifiuti". Lo dice il leader di An. "Le altre regioni potranno dare una mano - conclude Fini - ma in primo luogo si devono fare in Campania interventi che non ci portino tra sei mesi o ad un anno ad essere punto e daccapo".