Fini sparito dal video del Pdl. La replica: filmato nuovo

Sul maxischermo dietro al palco scorrono le
immagini di repertorio. Fini non si vede mai. L'accusa: è stato censurato. La replica: il video è nuovo, è stato girato a giugno

Roma - Mentre tutti aspettavano Silvio Berlusconi, alla direzione nazionale del Pdl, sul maxischermo dietro al palco scorrevano immagini di repertorio. Momenti significativi della storia del partito: le oceaniche manifestazioni di piazza San Giovanni, l'annuncio del Cavaliere di piazza San Babila divenuto famoso come "discorso del Predellino" nel dicembre 2007, fino alla vittoria del centrodestra nel 2008 e il congresso fondativo del Popolo della Libertà nel marzo 2009. Nelle immagini che scorrono Berlusconi sorride di fronte a folle che sventolano bandiere bianco-azzurre. Non si vede Gianfranco Fini. E subito qualcuno aizza la polemica: il cofondatore del Pdl è stato rimosso ad arte, censurato come Trotsky, che Stalin fece cancellare da una storica foto di Lenin durante la Rivoluzione d'ottobre. Monta il caso. Ma subito arriva il chiarimento. Dal Pdl fanno sapere che il video sulla storia del partito è nuovo, ed è stato girato lo scorso giugno. Per questo non si può parlare di immagini "depurate". Ed essendo un video sul Pdl non si può immaginare che possa celebrare il leader di un altro partito.