Fini: stop ai proclami mediatici Botta e risposta Casini-Bonaiuti

Il leader di An, Gianfranco Fini \, annuncia il primo appuntamento del suo nuovo progetto, «Alleanza per l’Italia», per il 7, 8 e 9 febbraio a Milano e si dichiara favorevole alle iniziative che riuniscono le forze che credono a «una politica seria, fatta di impegni e di responsabilità e non soltanto di proclami mediatici», perché «chi cerca il consenso degli elettori senza progetto, rischia solo di prenderli in giro». E il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, polemizza direttamente con Silvio Berlusconi dicendo che «non si può pretendere di scomunicare chi non la pensa allo stesso modo e chiedere agli alleati atti di servilismo, perché questa è arroganza». Il portavoce dell’ex premier, Paolo Bonaiuti, replica prontamente «che l’arroganza non appartiene per nulla a Silvio Berlusconi, che on ha mai chiesto “atti di servilismo” agli alleati, ma ha sempre ricercato l’unità del centrodestra attraverso il dialogo, spesso rinunciando alle legittime aspettative del proprio partito».