Fini: il tesoretto per la sicurezza

Impiegare «una parte consistente del “tesoretto”» per garantire risorse per la sicurezza. È la proposta di Gianfranco Fini che chiede al governo «risposte concrete» sul fronte della tutela dell’ordine pubblico invece di «dare pochi euro a famiglia». Se da Palazzo Chigi non arrivassero segnali, An contribuirebbe a organizzare una manifestazione analoga a quella di Milano del 26 marzo scorso. «Le risorse disponibili sono comunque la dimostrazione che Prodi è un bugiardo: il buco non esiste, l’extra gettito è il risultato del lavoro del nostro governo».