Fini: "Veltroni non mantiene gli impegni"

Il numero due del Pdl minimizza le "sparate propagandistiche" del Pd: "La gente si preoccupa di più del proprio potere d'acquisto". E avverte: "Quando Veltroni era sindaco di Roma non ha mai mantenuto le promesse fatte"

Roma - Uno sguardo alle politiche e un altro alle comunali capitoline. Da una parte la riconquista del soglio di Palazzo Chigi, dall'altro il sostegno di Gianni Alemanno al Capidoglio. Al mercato romano della zona Laurentina Gianfranco Fini vuole parlare delle "esigenze vere" della gente, accantonando per un momento le polemiche istituzionali.

Le promesse (non mantenute) di Veltroni "La gente si preoccupa di più del proprio potere d’acquisto e non delle sparate propagandistiche di Veltroni". Il leader di An è stato accolto da un commerciante che gli ha mostrato un volantino con gli impegni presi da Veltroni nelle scorse elezioni sui mercati, sul commercio nelle aree pubbliche e sull’abusivismo. "Ne avesse mantenuto uno", è stato il commento di Fini. Colpire l'ex sindaco di Roma sulla gestione della Capitale per far capire la possibile conduzione del sistema Italia in caso di vittoria del Pd. Fini ha ribatito, infatti, alcuni dei punti del programma elettorale del Pdl a livello nazionale in favore del potere d’acquisto dei cittadini: il quoziente familiare, la detassazione degli straordinari e il problema degli alloggi che va risolto costruendo più case.

Le esigenze dei cittadini Fini non ha voluto fare commenti sulle affermazioni del leader del Pdl, Silvio Berlusconi, sul Quirinale. "Non ho niente da aggiungere - ha risposto Fini ai giornalisti che lo seguivano nel corso di una visita al mercato del quartiere Laurentino - quando si è in mezzo alla gente ci si sente chiedere tutt’altro da ciò che si trova sulle pagine dei giornali: i cittadini hanno ben altre esigenze". "La gente - ha ripetuto poco dopo - vuole sapere cose concrete come quelle relative al potere di acquisto dei salari, non sulle sparate propagandistiche di Veltroni". Per questo, ha concluso l’esponente del Pdl, i temi della campagna elettorale sono gli stipendi, i salari, la detassazione degli straordinari, l’introduzione del quoziente familiare nelle politiche fiscali, la realizzazione di alloggi popolari.