Finiani ambiziosi, ma la sala resta vuota. Poi vengono in corteo sotto il Giornale

Vola alto. I finiani riuniti al padiglione 18 della Fiera di Rho per fondare Futuro e libertà sognano di «raccogliere l’eredità dalle macerie del Pdl dopo la fine del berlusconismo». Ma ad ascoltare gli interventi di relatori ambiziosi (la kermesse è partita venerdì, oggi alle 12 chiude il leader Gianfranco Fini) anche ieri una sala semivuota. Forse il movimento dei giovani di Fli ha trovato più divertente lasciare il congresso flop per raggiungere la sede del «Giornale» in via Negri intorno alle 17. Hanno lanciato accuse ed esposto uno striscione con una frase di Indro Montanelli («Il sapere e la ragione parlano, l’ignoranza e il torto urlano») e acclamato il nome del direttore storico. Il gruppetto di giovani, una cinquantina in tutto, è stato allontanato dalla questura.