Fininvest, ricavi oltre la soglia dei 6 miliardi

da Milano

Fininvest chiude un 2007 in crescita e si prepara a distribuire dividendi per 250 milioni. Record per il fatturato, che ha superato per la prima volta i 6 miliardi di euro, ma anche il risultato operativo e l’utile netto sono cresciuti in misura significativa. Risultati «molto positivi - sottolinea in una nota la holding della famiglia Berlusconi, che controlla Mediaset e Mondadori - sotto il profilo sia economico-finanziario, sia delle iniziative strategiche, ottenuti pur in presenza di notevoli turbolenze delle economie e dei mercati finanziari».
Analizzando nel dettaglio i risultati consolidati approvati ieri dal consiglio d’amministrazione presieduto da Marina Berlusconi, i ricavi netti sono aumentati del 9,2%, raggiungendo i 6,17 miliardi contro i 5,65 dell’esercizio precedente. Significativo il peso di Mondadori France, l’ex Emap acquisita dal gruppo di Segrate due anni fa: in termini omogenei, infatti, ovvero non considerando l’impatto derivante dal consolidamento della divisione francese in entrambi gli esercizi - quattro mesi per il 2006 e dodici per il 2007 - la crescita dei ricavi è del 4,8 per cento. Il margine operativo lordo è a quota 2,41 miliardi contro i 2,13 del 2006, con un incremento del 13,3%. Anche il risultato operativo è in crescita (più 11,9%), attestandosi a 1,32 miliardi contro gli 1,18 dell’esercizio precedente, con un’incidenza sui ricavi netti che sale dal 20,9% al 21,4 per cento.
Sempre a livello consolidato, il 2007 si è chiuso con un utile netto di 365 milioni, in crescita del 15,6% rispetto ai 316 milioni del 2006. Un risultato, precisa la società, ottenuto dopo ammortamenti per 1,09 miliardi e utili di competenza di terzi per 545 milioni (erano 530 l’anno precedente).
Notevole anche il capitolo investimenti, pari a due miliardi di euro. E due sono state anche le operazioni-chiave del 2007: l’ingresso di Mediaset, con altri partner internazionali, in Endemol e quello della capogruppo in Mediobanca, dove è salita fino a poco più del 2 per cento. Proprio a investimenti così massicci si deve il saldo negativo - 597 milioni - della posizione finanziaria netta, contro i 7 milioni di liquidità a fine 2006. Proprio grazie agli investimenti, tuttavia, «è proseguito lo sviluppo del gruppo - commenta ancora la società -: Mediaset si è rafforzata ulteriormente nel settore dei contenuti, avviandosi a diventre l’unica autentica major televisiva a livello europeo, Mondadori ha colto nuove affermazioni nel processo di internazionalizzazione delle proprie attività e la capogruppo ha compiuto importanti passi nella sua politica di diversificazione del portafoglio».
Per quanto riguarda Finivest spa, l’utile si è attestato a 316 milioni, contro i 328 del 2007. Su proposta del consiglio d’amministrazione, ai soci sarà versata una cedola di 1,2 euro per azione, pari a un monte dividendi di 249,6 milioni di euro per 208 milioni di azioni.