Finisce la luna di miele. Il Cav deluso da Matteo: si è già piegato ad Alfano

Faccia a faccia teso tra Verdini e Renzi Italicum destinato a saltare. Berlusconi: noi i patti li manteniamo, ora sta al premier

Chi conosce bene il Cavaliere lo racconta come «un silenzio che non promette niente di buono». Ormai da giorni, infatti, Silvio Berlusconi si guarda bene dall'entrare pubblicamente nel dibattito sulla riforma elettorale e lascia che siano i suoi a dare la linea. Non tanto perché il tema non ha abbia un particolare appeal sull'elettorato, quanto perché ormai da un po' il timore è che Matteo Renzi stia giocando su due tavoli e che alla fine non riuscirà a tenere fede all'accordo siglato con il leader di Forza Italia. Una preoccupazione che è andata trovando conferme nel fine settimana e ancor più ieri, quando pare che il lungo faccia a faccia pomeridiano tra Renzi e Denis Verdini non sia finito per niente bene. Di qui il fastidio di un Berlusconi che inizia a dubitare della buona fede del segretario Pd nonostante il credito che gli aveva inizialmente dato. Dopo lo scivolone sulla Tasi e una squadra di viceministri e sottosegretari degna del miglior Cencelli, un passo indietro sulle riforme da parte del presidente del Consiglio potrebbe essere per il Cavaliere una sorta di pietra tombale sul governo Renzi. Di certo la fine della luna di miele con il sindaco di Firenze verso il quale Berlusconi non ha mai lesinato elogi. Al punto che, secondo alcuni, l'ex premier starebbe anche meditando di rendere pubblico l'accordo sottoscritto con il segretario del Pd dopo l'incontro al Nazareno, un vero e proprio protocollo con tanto di scadenze temporali. Un modo per certificare il «tradimento» di Renzi, succube - secondo quanto dicono a San Lorenzo in Lucina - dei «ricatti» di Angelino Alfano. D'altra parte, è stato proprio il segretario del Pd a dire ieri a Verdini di voler «fare dei passi verso la minoranza Pd e verso il Ncd».

Il Cavaliere, però, sta ancora ragionando sul da farsi e al momento non esclude nessuna soluzione, neanche quella di sedersi di nuovo a un tavolo per «ridiscutere nuovamente l'intesa» come avrebbe chiesto a Verdini un Renzi che ora deve fare i conti con gli impegni presi con Alfano. Per il momento, però, il leader di Forza Italia si limita a confermare la sua disponibilità a mantenere gli impegni presi e rimanda la palla a Renzi. Anche se, fa presente Giovanni Toti, «il governo sta esaurendo il suo credito». «Se il cammino delle riforme, avviato solo qualche settimana fa con un importante accordo politico, dovesse arenarsi nei primi giorni di vita del governo - aggiunge il consigliere politico di Berlusconi - non saremmo affatto soddisfatti». «Forza Italia - gli fa eco Deborah Bergamini - ha una posizione sola, ed è quella che abbiamo assunto dall'inizio: c'è un patto e noi lo rispettiamo». Insomma, spiega il responsabile comunicazione del partito, «la palla sta a Renzi» che «ha due strade». «O il pieno rispetto degli accordi oppure - conclude Bergamini - un gioco al ribasso su più tavoli, una specie di politica double-face dal respiro corto». Al netto degli affondi che arrivano da Forza Italia, però, la sensazione è che l'Italicum sia destinato ad essere archiviato e che Renzi non sia in condizione di rispettare l'impegno sottoscritto con il Berlusconi visto che, ironizza un big di Forza Italia, «ad Alfano gli ha venduto il Colosseo». Cosa davvero ne pensi il Cavaliere - atteso domani sera a Roma - forse lo si saprà giovedì, quando l'ex premier parteciperà alla presentazioni del libro di Zef Pllumi Il sangue di Abele. Sarebbe quella, al netto delle incursioni telefoniche alle varie inaugurazioni del Club, la sua prima apparizione pubblica da settimane.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 04/03/2014 - 08:41

Sì, voi i patti li mantenete, certo, certo...

peter46

Mar, 04/03/2014 - 09:08

Ma cosa sta insinuando dott.Signore?Lei vuol significare che il primo della classe,il 'conoscitore'principale degli uomini,il miglior 'selezionatore' delle capacità degli uomini,il 'primo contribuente italiano(non centra niente ma non è peccato ricordarlo,per gli amici,dato che per loro 'tutto fa brodo')si è sbagliato nel giudizio verso un 'ragazzino'che politicamente era il 'figlio' invano cercato?Cioè Lei vuole insinuare,inevitabile conclusione,che si è "rincoglionito"?Una piccola 'messa in mora' pre-matrimoniale può mai far dimenticare le capacità precedentemente dimostrate?O passa il tempo per tutti anche se non tutti vogliono rendersene conto?

electric

Mar, 04/03/2014 - 09:13

I sinistrorsi non rispettano mai i loro impegni.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 04/03/2014 - 09:22

quando la sinistra fa certe porcate.... ma non vi vergognate, sinistronzi? avete centinaia di pregiudicati, che non sono stati nemmeno condannati, centinaia di assolti per prescrizione, prove incofutabili ignorati di proposito nei processi, delinquenti messi in libertà e innocenti in galera, frontiere aperte e clandestini a spasso... questo siete voi, sinistronzi! fate veramente SCHIFO!!!

buri

Mar, 04/03/2014 - 09:30

Ma cosa si aspettava Berlusconi? non sapeva che senza l'Anfelino don Matteo perdeva il suo pulpito? si era illuso di aver trovato a sinistra uno di parola, ma comunque continueranno a dire cge loro sono moralmente superiori

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 04/03/2014 - 09:31

Qui vi state un pò tutti piegando e lo scopo è sempre uno:Tenere la sedia calda e non far nulla per l'Italia.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 04/03/2014 - 09:32

Parola di boyscout democristiano. Lingua biforcuta. L'accordo immondo aveva un doppiofondo. Che spasso!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 04/03/2014 - 09:37

I Farisei del tempo di Gesù non muoiono mai, oggi più di ieri; sembra la Sga del fariseismo. Io faccio una accordo con te ma devo fare un accordo con Tizio e Caio così, alla fine della Fiera, ci si accorge che il primo accordo è stato annacquato. Ricordate come ha chiamato Calderoli la riforma elettorale, non quella che lui aveva proposto ma quella che è venuta fuori dal Parlamento: "porcellum" detto dal promotore che non si riconosceva affatto in quella Legge bislacca che, comunque, ci ha dato Governi stabili a dispetto dei prosciutti e delle lonze. Shalom

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 04/03/2014 - 09:45

Se Renzi cede avranno vinto i ricattatori (leggi partitini che esistono solo in funzione di dove appoggiare i loro augusti deretani) e avranno perso gli italiani. Purtroppo molti di questi ultimi - in particolare i sinistrati intelligentoni che fanno sarcasmo - non l'hanno ancora capito.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 04/03/2014 - 10:00

Prende sempre piu' consistenza il bluff di rensie nei confronti di SB,l'illusione di farlo rientrare in gioco,di accreditarlo come "riformatore costituente" appare sempre piu' una mossa tesa a addolcire FI in vista della scalata a P.zzo Chigi,regolare i conti con la minoranza interna(vero cuperlo?),scalzare letta.Adesso che l'operazione governo e' andata in portoo,si scarica SB abbandonandolo al destino dei servizi sociali e si compatta la maggioranza di governo col patto sulle riforme.Del resto era troppo evidente che rensie e senzaquid hanno un obiettivo comune,pensionare i loro genitori politici.Va dato atto pero' che se i soloni del pd ci sono cascati con tutti e due i piedi in questo bluff,il vecchio silvio e' obbligato a fidarsi perche' l'unica carta che ha in mano per riaccreditarsi e' quella di partecipare a queste riforme,per cui se rimarra' fregato non sara' nemmeno colpa sua.Certo che son proprio senza pudore questi giovanotti

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 04/03/2014 - 10:11

camaleonte trasformista cavalletta canguro ranocchia. Signori, quano si hanno certe caratteristiche , solo zompare di qua e di là si puo'. Ma come si fa a credere ad un DC invischiato di PC. Diceva mia nonna, santa donna, se non é zuppa, é pan bagnato !

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 04/03/2014 - 10:17

Quando i patti sono stati fatti Renzino ancora non aveva raggiunto la vetta delle sue ambizioni, per cui l'accordo con Berlusconi, che era stato uno strumento per isolare Letta, ora non serve più al Furbetto. Rovesciando completamente la situazione il Frottoliere è passato da un progetto lucido e condivisibile (nuova legge elettorale, elezioni, governo di salute pubblica) alla sua cancellazione integrale, sostituendolo con la volontà di resistere a qualsiasi costo, avendo raggiunto il culmine delle sue aspirazioni, insperato ed inimmaginabile fino a poco tempo fa, dopo la sconfitta alle primarie rimediata contro Bersani. Ma non vi preoccupate, con i 60 miliardi della CDP Renzino avrà modo di risolvere rapidamente la situazione portando il bel paese alla bancarotta ed al definitivo disastro.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 04/03/2014 - 10:24

Del resto le leggi elettorali servono a contare i voti e dare rappresentanza non a trasformare per legge un popolo.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 04/03/2014 - 10:28

Se si riduce a "piegarsi" ad Alfano significa che al Cavaliere ormai rimane solo un incomprensibile consenso da parte dell'elettorato di centro destra, che continua a sperare ancora in lui pur di fronte al nulla da cui egli è circondato. La cosa grave e che se le cose stessero così dovremmo pensare che Berlusconi, ormai travolto dalla guerra politico-giudiziaria, stia perdendo pure la dignità. Per chi aveva creduto in lui per anni è una grande tristezza, peggiore della "grande schifezza" cinematografica che ha esaltato la "cultura" italiota, però mortificando ancora una volta il livello morale di un'Italia in progressivo ed irrefrenabile disfacimento.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 04/03/2014 - 10:30

Agrippina: Il problema del Bamboccetto Fiorentino non e' Silvio, ma il PD. Silvio non ha scelta, ma il PD si'. Renzi e' partito come PdC non con un credito, ma da -1000 punti all'interno del PD, a causa della vergognosa trattativa col Pregiudicato, e a causa dell'immondo inganno a staiserenoenrico. Ora deve riconquistare quei mille punti, e data la sua indole penso che invece dirisalire la china, continuera' a scavarsi la fossa.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mar, 04/03/2014 - 10:33

Deluso dopo pochi giorni? Pensi a noi che lo abbiamo votato e siamo delusi da lui da circa vent'anni

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 04/03/2014 - 11:03

Sono attaccati alle poltrone si inventano qualunque imbroglio pur di rimanere al potere. E gli artigiani si uccidono, le famiglie sono indebitate, per le tasse che loro (fregandosene) le aumentano.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 04/03/2014 - 11:04

@Pravda,lungi dal sostenere l'abatino,credo che proprio cio' che lei e molti rimproverano al bimbetto sia stata una mossa bluff fatta ad arte per regolare i conti nel pd,minoranza battuta e piegata,ed illudere SB tenendoselo buono.Adesso e' il momento di rovesciare le carte,la prima e' stata il governo,la seconda potrebbe essere proprio il bluff con SB,in tal caso comprendera' che la mimoranza del pd non potra' che esserne ben felice vedendo quell'accordo stravolto ed il cavaliere spinto fuori dal tavolo.Fantapolitica?puo' darsi,ma tenga conto che per non sfigurare al governo rensie ha bisogno piu' della maggioranza che non del plauso degli avversari,per cui credo che il toscanaccio abbia giocato spavaldamente proprio per far vedere ai suoi oppositori interni che la sua linea porta esattamente dove loro volevano arrivare.

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 04/03/2014 - 11:10

Biasini alle 10:30, per favore, non provi a prenderci per il lato B, lei non ha mai votato Berlusconi. Per votarlo bisogna essere intelligenti.

m.nanni

Mar, 04/03/2014 - 11:10

Ma quale Matteo! Silvio lo stai chiamando come Gianfranco, Pierferdinando, Angelino e tutti coloro che ti hanno tradito. Ma come fai a pensare che lupo diventi agnello o volpe lepre? te lo abbiamo scritto giorni fa; la piazza. perchè la Piazza spiazza. la piazza e la mobilitazione subito. inchiodare Renzi alla sue responsabilità sul governo di scopo e non di legislatura. fatte le riforme e subito dopo al voto. Mobilitazione anche con gli europarlamentari perchè l'Europa conosca l'altra faccia sul ventennio della persecuzione giudiziaria e sul declino della democrazia italiana, tra golpe e imboscate.

pinux3

Mar, 04/03/2014 - 11:16

In realtà FI pensa di farsi una legge elettorale "su misura" e poi andare subito a votare con l'"Armata Brancaleone" imbarcando tutti da Storace a Casini...A questo punto meglio fare un accordo sulle riforme A MAGGIORANZA, tanto loro hanno un potere di ricatto PARI A ZERO, potendo disporre di poco più di UN DECIMO dei parlamentari; le "minacce" di Toti sono solo un bluff...

Fab73

Mar, 04/03/2014 - 11:17

Fa piacere vedere che mortimermouse si è svegliato bene... Forse se fosse più attento si accorgerebbe che dalla parte dei destronzi (cerco di abbassarmi al suo livello per farmi comprendere) ci sono anche un mare di condannati, a cominciare dal capo. Ma per farlo ci vorrebbe un cervello funzionante...

Atlantico

Mar, 04/03/2014 - 11:19

L'ho scritto un mese fa che Berlusconi non aveva capito granché di Renzi se credeva che il presidente del consiglio potesse preferire l'accordo con una forza di opposizione piuttosto che con una di governo. Che poi, sino ad ora, di questo fantomatico patto ha parlato solo Forza Italia: mi sembra davvero singolare ... Per quello che si sa per ora ci sono moltissimi esempi di patti ( reali, verificati, accertati ) rotti da Berlusconi, semmai.

pinux3

Mar, 04/03/2014 - 11:24

@mortimermouse...Ma tu, di qualunque argomento si parli, scrivi sempre lo stesso post? Pensi per caso che ci sia qualcuno che ti prenda sul serio? O ci tieni tanto a far sapere a tutti chi sei?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 04/03/2014 - 11:37

Patti leonini...Il Cav. si crede Rommel. Ma è soltanto Willy il coyote.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 04/03/2014 - 11:50

Agrippina egregia a me hanno sempre insegnato che vendere la pelle dell'orso prima di averlo abbattuto a volte porta male.E quelli che ci hanno provato finora si sono bruciati,il CAV è ancora lì.Lei dice in attesa dei servizi sociali????? Vedremo.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 04/03/2014 - 12:13

Renzi si è rivelata una delusione. In compenso dall'altra parte, se tornano al governo, rivedremo Casini e Buttiglione, chissà quante grandi riforme istituzionali e liberali riusciremo a fare con questi due!

giottin

Mar, 04/03/2014 - 12:17

Caro Cav., tu ti fidi troppo di tutti: ti fidavi di alfano tanto da elogiarlo fino all'inverosimile, ti fidi di codesto guitto cattokomunistademonecristiano, sei troppo buono, con codesta gentaglia bisogna solo tirare fuori gli artigli e sbranarli!!!!

roberto78

Mar, 04/03/2014 - 12:29

alla faccia del piegarsi ad alfano... gli ha già fatto fuori un sottosegretario.... e sinceramente sono deluso da FI: ma l'accordo che avevano era sulla legge o sui cavilli relativi alla durata del governo? erano talmente d'accordo su quella legge che se approvata subito è ottima e se approvata dopo la chiusura del senato non va più bene? come fanno i cittadini a credere ai politici se tutti i loro giudizi sono sempre per secondi fini e mai nel merito delle cose?

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 04/03/2014 - 12:56

CARISSIMI AMICI IO SO CHE Berlusconi è L'UNICO CHE CI CREDE E PROVA A FARE LE RIFORME COSTITUZIONALI INSIEME ALLA LEGGE ELETTORALE E SO,ANCHE, CHE NOI DEL CENTRO DESTRA E DI FORZA ITALIA, SOPRATTUTTO, COMBATTIAMO COME LEONI; NON GUARDIAMO SOLO AVANTI MA CERCHIAMO DI ANCORARCI SUI VALORI IRRINUNCIABILI COME LA VITA A TUTTI I LIVELLI, L'UNIONE TRA UOMO E DONNA LA CASA E LA FAMIGLIA; IL RESTO LASCIAMOLO ALLE IENE. SHALOM

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 04/03/2014 - 12:59

Renzi ha il potere, se ne freghi di berlusconi che, ormai, conta meno di nulla. Avanti come un carrarmato e accontenti solo la maggioranza.

Atlantico

Mar, 04/03/2014 - 13:07

@ 02121940 davvero pensava che Renzi avesse fatto fuori in quel modo Letta e fosse andato a Palazzo Chigi giusto giusto un annetto, il tempo di approvare una legge elettorale e andare alle elezioni ? Che lo credesse Berlusconi, l'ottimista per antonomasia, ci può stare ma qualunque persona di buon senso sapeva che l'ipotesi non stava in piedi. La facevo meno ingenuo.

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Mar, 04/03/2014 - 13:16

sono fermamente convinto che Alfano sappia qualcosina su Renzi che a noi non è dato sapere e che lo tenga stretto per la bolas, paventando qualche sua indiscrezione a qualche magistrato amico

Gianca59

Mar, 04/03/2014 - 13:35

Continua la lezione di Berlusconi: sapendo come funziona, sa cosa succede e con che tempi; facile per lui prevedere ogni mossa e soprattutto come va a finire.

Lofelo

Mar, 04/03/2014 - 13:39

Una volta ogni tanto sono d'accordo con luigipiso

Giorgio1952

Mar, 04/03/2014 - 13:43

mortimer 09:22 tutti gli insulti che hai vomitato che cosa centrano con l'articolo di cui sopra? Ha perfettamente ragione pinux 11:24 e 11:16; mortimer stai sereno almeno fino al 10 aprile!

mbotawy'

Mar, 04/03/2014 - 14:24

Non paga mai fare la vittima, ne sperare sull'aiuto degli altri. Quando tu Berlusconi decidi di muoverti? La tua gente comincia a perdere la fiducia. E' pur vero che le cose stanno maturando,vedi Renzi con un piede gia' fuori della piatteforma, e l'amico Puttin che fa' sentire la sua potenza. Spicciati!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 04/03/2014 - 14:59

CHI; SI FIDA DI UN KOMUNISTRONZO PRIMA O DOPO SARÁ UN UOMO MORTO!.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 04/03/2014 - 15:07

luigipiso - Renzi ha il potere, se ne freghi di berlusconi che, ormai, conta meno di nulla. Avanti come un carrarmato e accontenti solo la maggioranza. LA MANGGIORANZA ? HAA IL PIU GRANDE ESERCITO DI STATALI DEL MONDO ? piso TE NE INTENDI DI STATALI EHHHH ? O TI RIFERIVI AI PARASSITTI CULATTONES COMPAGNOS .

Giorgio1952

Mar, 04/03/2014 - 18:06

Resend ore 18:06 - In questi giorni Berlusconi è in un silenzio che non promette niente di buono, certo sta aspettando la data fatidica del 10 aprile quando si deciderà quale sarà il suo futuro. Il vertice di Verdini con Renzi non è andato bene, quel Verdini che Deborah Bergamini, citata più sotto nell'articolo, aveva messo in discussione nel 2010 definendo "sovietico" il carattere del partito in Toscana; le critiche alla gestione di Verdini continuano anche in occasione del distacco di Fini dal PDL : "Berlusconi è come Theoden, il re buono finito sotto l’incantesimo del malvagio Vermilinguo. Speriamo che spunti un Gandalf, un mago che lo liberi", che sia Matteo Renzi il mago! Berlusconi parla di scivolone sulla Tasi e del manuale Cencelli, utilizzato per la nomina dei vice ministri e sotto segretari, si dimentica del manuale Lombroso che lui usava per i suoi governi; Renzi lo avrebbe tradito al punto che l'ex premier starebbe anche meditando di rendere pubblico l'accordo con il segretario del Pd dopo l'incontro al Nazareno, un vero e proprio protocollo con tanto di scadenze temporali. Il Cav come nei suoi processi ha sempre le prove a sua discolpa, chissà come mai minaccia sempre ma non arrivano mai, così Berlusconi come Toti e la Bergamini minacciano e rilanciano la palla a Renzi, sostenendo che il credito concesso si sta esaurendo in quanto sarebbe succube dei ricatti di Alfano, ma allora questo Alfano è stato sottovalutato da Berlusconi, il quid ce lo aveva eccome se ha messo in crisi il PDL e ora tiene in ostaggio il governo!!!

Ritratto di romy

romy

Mar, 04/03/2014 - 19:15

Non ci voleva mica il mago per capirlo,l'Italia corre un brutto rischio,più passa il tempo è più lo correrà,quale mi direte?quello che ci faranno desiderare le prossime elezioni,tanto saranno allontanate nel tempo,se continueranno a monitorare i sondaggi come è logico fare per tutti,specialmente dopo le prossime tasse e leggi impopolari che avremo il piacere di subirci a breve.Quando più chiara sarà la previsione di vittoria per Forza Italia e del suo fondatore Berlusconi,più ti saluto il voto al Popolo,ogni scusa sarà buona per perdere tempo e bloccare la democrazia nel Paese.Berlusconi l'ha capito bene e se la gioca tutta in anticipo,anche concedendo oltre il convenuto e pattuito,ma il Popolo osserva silenzioso ed un giorno saprà cosa fare?.