Finisce in manette per un reperto bellico

Esiti inaspettati per un’inchiesta relativa a una truffa su cui lavorano la guardia di finanza di Nettuno e la polizia postale di Latina: in casa di uno degli indagati, C. M., 26 anni, residente ad Anzio, è stata ritrovata una bomba a mano di tipo bellico, che l’arrestato ha detto di aver trovato in mare. Il golfo di Anzio, teatro dello sbarco angloamericano durante la II guerra mondiale, è costellato di ordigni. Ma la loro detenzione, oltre che pericolosa, è vietata dalla legge e per C.M. sono scattate le manette.