Finisce il turno di lavoro esce e viene violentata

Sequestro di persona e violenza sessuale. Con queste accuse i carabinieri della compagnia di Cairo Montenotte hanno arrestato ieri un cinquantenne residente in un piccolo paese della Valbormida. L’uomo l’altra sera ha atteso all’uscita dal posto di lavoro, la sua vittima, una trentenne che conosce di vista. Col volto mascherato da un passamontagna e puntandole una pistola, poi risultata essere giocattolo, l’ha costretta a salire sulla sua auto per poi riprendere il viaggio verso un luogo appartato. Qui l’ha aggredita e violentata. Ma nonostante avesse il volto coperto, la donna è riuscita a fornire ai carabinieri elementi preziosi per poterlo identificare.