Con Finmeccanica accordi per i treni e per il nuovo jet da 100-130 posti

Bombardier ha firmato con Alenia aeronautica un «accordo ventennale» di sviluppo e fornitura di parti in materiali compositi per la nuova famiglia di jet regionali del gruppo canadese, C-series da 100-130 posti. Lo ha annunciato, in un colloquio con Radiocor, il presidente e ad di Bombardier transportation Italia, Roberto Tazzioli.
Si stringono così sempre più i rapporti tra Bombardier e il gruppo Finmeccanica. Infatti, dopo l’intesa industriale e commerciale con Ansaldobreda per realizzare un treno superveloce con cui prendere parte alla prossima gara delle Ferrovie dello Stato per 50 nuovi treni ad alta velocità, ora la partnership si allarga anche al settore aeronautico.
Sulla gara delle Fs da oltre 1,2 miliardi, Tazzioli si attende il bando «entro giugno», mentre il contratto «dovrebbe arrivare entro l’anno». Tazzioli si dice «fiducioso» sul successo del nuovo v300 da oltre 300 orari in corso di sviluppo con Ansaldobreda: «Riteniamo di poter fornire un prodotto tagliato su misura per le esigenze delle Ferrovie dello Stato». Quanto alla collaborazione con la società ferroviaria del gruppo Finmeccanica, il numero uno di Bombardier in Italia dice che si «sta discutendo» di allargarla anche al settore dei treni regionali dove sono attese «a breve» gare dalle Fs «per qualche miliardo di euro». «Alenia - spiega Tazzioli - parteciperà allo sviluppo progettuale di parti del nuovo jet, oltre a essere fornitore». Un progetto, quello del C-series da 100-130 posti, definito da Tazzioli «molto impegnativo, con un investimento da 2 miliardi di euro», voluto «dall’azionista che ha fatto una scelta strategica forte», ritenendo che le prospettive di questo segmento di mercato siano molto interessanti.