Finmeccanica in attesa del Pentagono

Tra poche ore la decisione americana sui nuovi aerei da trasporto. Una commessa da 6 miliardi

Attesa trepidante a Finmeccanica e in Alenia Aeronautica, mentre ancora non si sa quando avrà luogo e quale sarà il contenuto dell’annuncio che il Pentagono si appresta a fare sulla scelta del nuovo aereo da trasporto tattico destinato ad Aeronautica ed Esercito. La posta in palio: una commessa che vale oltre 6 miliardi di dollari per la fornitura di 145 aerei nel quadro del programma Jca, Joint Cargo Aircraft, con consegne da effettuarsi immediatamente, a un anno dalla firma del contratto. Proprio per questo i primi aerei saranno prodotti direttamente in Europa, i successivi saranno invece realizzati negli Stati Uniti. In gara due velivoli, l’italiano C-27J, offerto da L-3 insieme a Boeing e Alenia Aeronautica, ed il C-295M, proposto da Eads insieme a Raytheon. Il Pentagono assegnerà inizialmente un contratto del valore di circa 100 milioni di dollari, che copre i primi due aerei e le attività di ricerca e sviluppo.
Ma i finanziamenti aumenteranno progressivamente: sono già previsti 206 milioni di dollari il 2008 e altri stanziamenti copriranno contratti di produzione annuali fino al 2010-2011, quando si prevede la firma di un contratto pluriennale di 3-5 anni. Potenzialmente il mercato statunitense può assorbire ben più dei 145 aerei previsti, senza contare le possibilità export: molti Paesi attendono la scelta del Pentagono prima di ordinare a propria volta nuovi aerei di questo tipo. La gara per il Jca è partita ufficialmente nel marzo del 2006, le proposte preliminari, documenti di oltre 60mila pagine, sono state consegnate a giugno, a luglio sono stati scelti finalisti, che hanno inviato i propri aerei negli Usa per una serie di prove comparative, completate a novembre. A fine gennaio sono state presentate le offerte finali. Il C-27J italiano, che ha già ottenuto un lusinghiero successo commerciale, è sicuramente l’aereo che meglio risponde ai requisiti: è un aereo militare molto robusto, capiente e con prestazioni superiori a quelle del rivale. Il C-27J poi è anche proposto da un forte team industriale: L-3 è un rispettato fornitore dell’esercito americano, Boeing non ha bisogno di presentazioni, Alenia Aeronautica è tra i principali nomi aeronautici europei. Il C-295M, che deriva da un progetto civile (infatti ha i finestrini in cabina, come un aereo passeggeri), vanta costi inferiori e ha a sua volta ottenuto un buon successo di vendite. Eads è un gigante aerospaziale, mentre Raytheon è un affidabile fornitore del Pentagono.
Ottenere il successo nella competizione Jca è certamente importante per entrambi i contendenti, ma, indipendentemente dal risultato sia Eads sia Finmeccanica sono convinte di dover continuare a investire per conquistare una fetta del mercato militare più importante al globo, se del caso accrescendo la propria presenza industriale diretta nel Paese.