Finmeccanica «controlla» il cielo turco

da Milano

Commessa turca da 44 milioni per Finmeccanica. Il contratto, vinto da parte della controllata Selex Sistemi Integrati, prevede il completo ammodernamento dei sette centri per il controllo del traffico aereo civile di Ankara. L’intesa con la Direzione generale della aviazione turca (Dhmi) sancisce, si legge in un comunicato, «il successo» di Selex nella gara Smart (Systematic modernization of Atm resources in Turkey). Nel dettaglio il gruppo guidato da Pierfrancesco Guarguaglini fornirà un sistema, basato ad Ankara, in grado di monitorare l’intero spazio aereo del Paese, più sei centri di controllo di velivoli in avvicinamento destinati a equipaggiare gli aeroporti di Istanbul, Izmir, Antalya, Dalaman, Ercan e Bodrum. Il sistema consente il trasferimento del controllo del traffico aereo dal centro nazionale di Ankara a quelli di Istanbul e Izmir, che potranno quindi operare come infrastrutture di back-up. Quanto alla tempistica l’intera operazione sarà completata entro 36 mesi. Articolata in due tranche la tempistica: entro i primi 12 mesi saranno aggiornati i sistemi in uso, successivamente, saranno invece consegnate 190 postazioni per controllori del traffico aereo collegate a un sistema di trattamento dei dati avanzato, nel pieno rispetto dei requisiti di Eurocontrol.