Finmeccanica investirà per crescere in Russia

da Milano

I proventi derivanti dall'operazione Avio verranno reinvestiti nei progetti sul tavolo, tra cui quello per lo sviluppo dell'aereo regionale russo Rrj. Lo ha detto Piefrancesco Guarguaglini presidente e amministratore delegato di Finmeccanica a margine del workshop Ambrosetti a Cernobbio. «Sono soddisfatto dell'operazione Avio con la quale abbiamo riacquisto il 15% del capitale» ha detto Guarguaglini.
Finmeccanica aveva venduto agli inizi di agosto la quota del 30% che deteneva insieme a Carlyle per un ammontare di circa 430 milioni. Poi ha riacquistato il 15% per circa 150 milioni lasciando nelle casse della sociatà 280 milioni. «Reinvestiremo quei fondi in altri progetti - ha detto - come per esempio quello in programma con la russa Sukhoi». Il progetto russo prevede la costruzione di un aereo regionale, il cosiddetto Rrj che ha detto «sta andando avanti e vedrà il compimento nei prossimi mesi».
Finmeccanica ha sul tavolo un altro progetto per la costruzione di un aereo da trasporto strategico. «Per questo progetto siamo rimasti solamente in due in gara. Stiamo andando avanti, ci vuole ancora qualche tempo» ha detto.
Ieri, intanto, Alcatel Alenia Spazio, la joint venture tra Finmeccanica e Alcatel, è stata selezionata dalla francese Eutelsat per la costruzione del nuovo satellite europeo di grande potenza W2A da lanciare nel primo trimestre 2009. Con il lancio previsto nel primo trimestre del 2009 - si legge in una nota - la missione principale di questo nuovo satellite sarà quella di estendere le capacità per servizi video, in larga banda e di telecomunicazioni in Europa, Africa e nel Medio Oriente, e di incrementare le capacità disponibili a mezzo della flotta di Eutelsat per la fornitura di servizi in tutta l'Africa. Progettato con una vita superiore ai 15 anni, W2A ha una massa massima al lancio di 5,7 tonnellate.