Finmeccanica rilancia con le sue aziende liguri la sfida dello sviluppo

Un binomio vincente, quello tra Finmeccanica e Liguria, che si fonda sulla qualità di strutture industriali dislocate sul territorio, e in particolare a Genova, perfettamente in grado di competere sui mercati internazionali: lo hanno ricordato ieri i vertici del gruppo, in occasione dell’assemblea convocata a Roma per approvare, fra l’altro, il bilancio 2005. E nel corso dell’incontro - in cui il presidente e amministratore delegato della holding, Pierfrancesco Guarguaglini, ha dato l’annuncio del nuovo marchio comune che caratterizzerà da domani Finmeccanica e le sue partecipate - il ruolo strategico delle imprese che hanno sede in Liguria è stato ribadito anche nella prospettiva di sviluppo a breve e medio termine del gruppo, facendo chiarezza sulle ipotesi di ridimensionamento di compiti e organico che periodicamente affiorano nonostante le regolari smentite. La realtà confermata, pertanto, è quella di aziende dinamiche, in salute, che devono e possono reggere il confronto con uno scenario sempre più difficile e selettivo. A cominciare dalla genovese Ansaldo Energia, 2450 dipendenti, società che opera nel settore (...)