Finocchiaro vs Forleo Anche la sinistra querela i magistrati

RomaNon è vero che solo la destra litiga con i magistrati, lo fa anche la sinistra. A condizione, però, che le inchieste riguardino loro. A quel punto è guerra, e a colpi di denunce. Lo ha appena fatto la capogruppo del Pd al Senato, Angela Finocchiaro, che tra le altre cose è anche un magistrato in aspettativa. La Finocchiaro ha querelato il gip Clementina Forleo, la quale ha risposto denunciandola per calunnia. Il motivo? Lo racconta il giornalista Carlo Vulpio sul suo blog: «La vicenda riguarda un “summit” che si è tenuto il 6 giugno 2007 nell’ufficio della Finocchiaro. L’incontro è stato raccontato da Ferdinando Imposimato – ex senatore Ds ed ex magistrato – in due verbali ai magistrati di Brescia. Fu un incontro – dice Imposimato – in cui si decise di inviare un’ispezione ministeriale alla procura di Milano, il cui fine nemmeno tanto coperto era quello di mettere sotto procedimento disciplinare per “incompatibilità ambientale” l’allora gip di Milano, Forleo, che si stava occupando delle famose scalate bancarie dei “furbetti del quartierino”». In quella inchiesta, allora seguita dalla Forleo, erano finite diverse telefonate tra politici - tra cui Fassino, D’Alema e Latorre - e personaggi legati alle scalate bancarie - tra cui Consorte, Ricucci, Fiorani. «A Roma sono molto preoccupati - racconta Vulpio, citando un suo libro, Roba nostra, del 2009 - Tanto che decidono di tenere un “summit” al volo in una qualche stanza del Parlamento. Chi partecipa a questa riunione ristretta e di cosa si discute? Lo rivela ai giudici l’ex senatore Ds ed ex magistrato Ferdinando Imposimato». E cioè un gruppo di fedelissimi dalemiani, riuniti nell’ufficio della Finocchiaro, per sollecitare un’ispezione ministeriale a Milano. Questa la ricostruzione di Vulpio, sulla base di due verbali di Imposimato ai magistrati di Brescia. La Finocchiaro ha querelato. Ma non Imposimato, solo la Forleo.