Finti i permessi vera la truffa

Prometteva permessi di soggiorno e pratiche «agevolate» in cambio di denaro: l’uomo, che si spacciava per poliziotto, è stato però individuato dalla Polizia Municipale. Maurizio P., 33 anni, è stato denunciato da un egiziano che, come tanti altri connazionali, si era rivolto a lui per ottenere il documento di soggiorno. Oltre ai 1000 euro per le pratiche normali, il nordafricano ne aveva pagati altri 600 per un fantomatico certificato dell’Interpol che provasse la sua estraneità a cellule estremiste islamiche. Insospettito, si è rivolto ad un vigile e così sono partite le indagini.