Finto carabiniere arrestato dal 113

Invitava gli automobilisti ad accostare e presentare i documenti, facendo credere di essere un carabiniere. Ma la tessera di riconoscimento era quella di un maresciallo, smarrita nel 2003 e regolarmente denunciata. Luca Maggi, 36 anni, è stato arrestato ieri pomeriggio, tra via Cagliero e piazza Massari, per il possesso ingiustificato di documenti e minaccia. A scoprire la sua messa in scena, i veri carabinieri, intervenuti in seguito a una discussione tra il giovane e un ex metronotte. L’uomo dopo avere accostato il furgone ha chiesto spiegazione sulle ragioni del controllo. Alla risposta del finto carabiniere che si trattava di motivi viabilistici, l'ex metronotte ha chiamato il 113. Ma è stato minacciato con una pistola dal giovane che è poi scappato. La fuga non è durata a lungo perché i carabinieri lo hanno fermato tra via Cagliero e piazza Massari. Aveva ancora con sé la tessera di riconoscimento con la relativa placca, ma non la pistola.