Finto cieco ma ottimo giardiniere

Dal 1995 per lo Stato era cieco, godeva della pensione di invalidità totale e l’indennità di accompagnamento. Il tutto pari a 2500 euro al mese. Peccato, però, che invece ci vedesse benissimo, tanto che i carabinieri lo hanno sorpreso mentre faceva lunghe passeggiate con la moglie, aiutava un amico a parcheggiare l’auto, si godeva gite al mare dove piantava persino l’ombrellone per proteggersi dal sole, passava il tempo con pazienti lavori di giardinaggio potando piante e fiori con pericolosi attrezzi da taglio. Nei guai, a Bergamo, è finito un 68enne, M.M., arrestato dai carabinieri dopo un’indagine iniziata lo scorso aprile su segnalazione di alcuni cittadini. l frutto della truffa, sinora documentata solo fino al 1998, ammonta ad oltre 150.000 euro, indebitamente percepiti dall’Inps. Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Franco Bettini, sono partite ad aprile, dopo la segnalazione ai militari di un conoscente del truffatore. Ora i carabinieri valuteranno anche le posizioni dei medici che 16 anni fa hanno rilasciato la documentazione necessaria, affinché l’ex autotrasportatore potesse percepire la pensione d’invalidità totale. L’uomo è stato arrestato dai militari proprio mentre curava le sue piante ma ha già ottenuto i domiciliari.