FIOM CGIL IN RITIRATA

di Ferruccio Repetti

Che poi il signor Bruno Manganaro non è mica scemo. Anzi. Ci ha messo un po’, è vero, il leader della Fiom Cgil, a capire che il vento era cambiato, a fiutare l’aria nuova nella vertenza Fincantieri. Ma poi, come si dice, «se l’è data». E ha ordinato il dietrofront: «Contrordine compagni!».
Così Manganaro ha di nuovo sotterrato il manganello, pardon: l’ascia di guerra, sostituendo all’antico urlo «Saremo più cattivi» il gridolino stridulo «Si torna a lavorare, anche sulla nave Oceania. Togliamo il sequestro». E a chi, fra i sudditi, pardon, fra gli iscritti alla Fiom (...)