Un fiore per Rosalie l’ex stiratrice arruolata dai Mille

Una su Mille ce la fa. O meglio, ce l’ha fatta. E oggi a 150 anni dall’Unità d’Italia ha ricevuto l’omaggio per le imprese cui prese parte. Sì, perché lei è Rosalie Montmasson, l’unica eroina dei Mille di Garibaldi. A portare il mazzo di fiori sulla lapide del cimitero romano del Verano sono gli studenti dell’istituto Alberghiero «F. Martini» di Montecatini Terme. La cerimonia si svolge oggi alle 14.30 con il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento Laura Ravetto, delegata anche alle Pari Opportunità al Ministero della Difesa. Una presenza significativa per celebrare una «donna soldato» del Risorgimento. Innamorata di Crispi e del sogno di un’Italia unita e rebubblicana, Rosalie, riuscì a sposarlo a Malta ma qualche anno dopo, fu abbandonata dal marito che impalmò una ricca diciassettenne. Accusato di bigamia, Crispi si attirò le ire dell’opinione pubblica e di casa Savoia.