Per Fiorello accordo pronto: presto in Tv

Dopo l’exploit di domenica 8 ottobre, le trattative tra Fiorello e la Rai per riportare VivaRadiodue su Raiuno sono ormai a un punto decisivo. Lo ha confermato lo stesso direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce ieri mattina: «Può andare in onda come e quando vuole, nessun limite alla scelta della giornata. Siamo praticamente in dirittura d’arrivo per la definizione di un contratto in questo senso». Sembra che la cifra su cui ci si stia mettendo d’accordo ruoti intorno ai 250-300mila euro a puntata (compreso il compenso dello showman). O almeno questa sarebbe la richiesta della società Ballandi che produce lo show (l’altra volta realizzato gratuitamente) e della cui scuderia Fiorello fa parte. Un costo notevole per incursioni televisive della durata di mezz’ora-quaranta minuti e che non comportano grandi scenografie, dato che il tutto si svolge negli studi di via Asiago. Però, visti i risultati di immagine e di share che Fiorello porta sempre con sé (lo speciale di due settimane fa ha raccolto un pubblico di più di otto milioni di spettatori) la Tv di Stato è disposta ad allargare il borsone. La data di messa in onda? Fiorello si vuole donare a piccole dosi, poche puntate, magari ancora a sorpresa. Ieri il sito Dagopsia scommetteva su domenica 5 novembre. Se così fosse, ci sarebbe un altro scontro tra Fiore e Fabio Fazio che tante polemiche ha suscitato nei giorni scorsi dopo l’intervista in cui il primo ha dato del bambino capriccioso al secondo perché lo temeva nella sfida degli ascolti. (Ricordiamo la lettera dei vertici aziendali che chiedevano a Del Noce di non mandare più i due showman in onda negli stessi orari). Ieri, il direttore ha ribadito: «Le incursioni di Fiorello non dovranno essere intese in chiave di controprogrammazione, è un artista che non si può usare come un randello». Quindi potrà andare in onda quando vuole, anche contro Fazio, annunciandolo o a sorpresa, nella fascia oraria occupata da Affari tuoi, tra le 20,40 e le 21,20.\