Fiorello e Baldini majorettes Troppa ressa, Mike borbotta

da Roma

Interrotta per motivi di ordine pubblico. È finita così, la goliardata con cui Fiorello aveva promesso di festeggiare, ieri a Roma, il primo posto raggiunto dal cd del suo show Viva Radio Due. L'idea era quella di sfilare in parata attorno al palazzo Rai di via Asiago, con una banda e trenta majorettes, vestendo lui stesso, il collega Marco Baldini e il maestro Enrico Cremonesi da «fanciulle della banda» (minigonna, stivaletti bianchi, parrucca bionda e seno finto) e facendo aprire la sfilata al paziente Mike Bongiorno, stavolta mascherato da zio Sam. Senonché la mancanza di transenne (e d'organizzazione) ha subito trasformato la festa in una ressa: mentre la folla, in attesa lungo i marciapiedi e ai balconi da più di un'ora, spingeva per avvicinare il proprio idolo, una quarantina fra cameramen e cronisti lo assediavano da vicino, impedendo a chiunque di vedere e al corteo stesso di avanzare regolarmente.
Tutt'attorno la calca vedeva casalinghe, sfaccendati, una scolaresca intera con tanto di maestre, e perfino i militari di una vicina caserma: tutti con telefonini in azione. Finché, tra urla, proteste e spintoni, con Mike seccatissimo che scuoteva la testa, e Fiorello che - unico nel caos generale - pareva divertirsi, il servizio d'ordine s'è visto costretto a far riparare le tre «majorettes» e lo sballottato zio Sam in un portone laterale della Rai, nemmeno duecento metri dopo la partenza.