Fiorello: «Filiberto vuole il mio posto? Ci sto, e io sarò il Principe Terrone»

Lo showman replica scherzosamente alle dichiarazioni di Emanuele Filiberto, che dopo il secondo posto al Festival di Sanremo aveva detto di puntare a diventare il «nuovo Fiorello». Così dal palco del suo spettacolo, ecco arrivare l'autocandidatura del siciliano per il trono

AUTOCANDIDATURA. Nemmeno il tempo di sorridere con stile e cravattino nero ai fischi impietosi del Teatro Ariston, che Emanuele Filiberto aveva alzato il tiro. Non bastavano il trionfo a Ballando con le stelle e il secondo posto al Festival di Sanremo. Il piccolo principe ha infatti detto di puntare a diventare il «nuovo Fiorello». E dallo showman è giunta subito una divertita e scherzosa replica.
SIMPATIA SICILIANA. Fiorello, infatti, ha risposto con l'ironia: «E io sarò il principe terrone». Dal palco di Bologna, dove giovedì sera lo showman era di scena con il nuovo spettacolo Fiorello show in tour, ha bonariamente accolto il suo «sfidante»: «Scelgo di fare un passo indietro - ha detto Fiorello -. Nella vita si arriva ad un punto dove ci si dice "non si può lavorare fino a 90 anni, anche 50 bastano". La concorrenza si fa agguerrita, ci sono giovani che avanzano, io ci ho pensato e ho capito che la mia carriera finiva lì, perché ho letto questo: "Il Principe: sarò il nuovo Fiorello"».
AFFETTO. Nessun intento sarcastico o polemico, Fiorello sa che Emanuele Filiberto è uomo di grandi entusiasmi, a volte un po' naif: «Gli voglio molto bene - ha aggiunto Fiorello - e sono onorato che lui voglia prendere il mio posto. E dico: io ci sto. Io allora voglio diventare il nuovo principe. E, come tutti i principi, voglio cantare a Sanremo». L'artista si è poi esibito in una parodia del brano Italia amore mio, portato a Sanremo dal trio Pupo-Filiberto-Canonici. E alla fine, tra le risate e gli applausi del pubblico, sul maxi schermo è apparso un insolito Fiorello-Principe, con tanto di mantello: «Eccomi, sono il principe terrone».