Fiorello: Sanremo divisa tra radio e tv

Per risolvere il problema del Festival della canzone, penalizzato mai come quest’anno dagli ascolti bassi e tormentato dalle critiche, Fiorello ha pronta la sua ricetta. Ovviamente provocatoria. Lo showman propone, non si sa fino a che punto scherzando, una formula alternativa per il prossimo Festival di Sanremo, con quattro serate alla radio e un gran galà finale televisivo, il sabato, su Raiuno. «L’attenzione sarebbe davvero concentrata solo sulle canzoni. Ne ho già parlato con alcuni grandissimi cantanti - ha aggiunto - e mi hanno detto che così parteciperebbero. Ma un’idea del genere è una follia, me ne rendo conto poiché ci sono troppi spot durante il festival, troppi interessi per cui sicuramente non me lo faranno fare».