Fiorello "scomunicato":"Sul profilattico è statodi cattivo gusto"

<em>Famiglia cristiana</em>, <em>Avvenire</em> e Movimento italiano genitori si scagliano contro Fiorello: parlando del profilattico ha avuto una caduta di stile, è stato leggero e ignorante

C'è una parte del programma di Fiorello che ha scatenato un vespaio di polemiche. E che soprattutto non è piaciuta all'ala moderata e cattolica della stampa italiana e della società. La parte incriminata è quella relativa al profilattico. Lo showman siciliano, durante il suo "Il più grande spettacolo dopo il weekend", ha lanciato un appello ai giovani, invitando loro a usare il preservativo e ribattezzandolo "Salva la vita pischelli", riferendosi alla prevenzione nei confronti dell'Aids. Ma in primis Famiglia cristiana, seguita dal giornale dei vescovi, hanno ravvisato nel monologo qualcosa di sbagliato e diseducativo.

"Fiorello è bravo, simpatico e persino travolgente come uomo di spettacolo. Ma non è infallibile e neanche benissimo informato. Sappiamo che Fiorello non è l’unico in questa condizione, ma forse è disposto, a differenza di altri, a informarsi davvero sulla piaga dell’Aids e sui modi più sicuri per affrontarla, ridurla e tentare di sanarla", ha scritto il direttore di Avvenire Marco Tarquinio, che poi ha aggiunto: "Io ci spero: i "pischelli", come dice lui, si salvano senza smerciare illusioni, anche in lattice; e spiegando loro che cosa vuol dire amare una persona".

Un "finale di cattivo gusto". Così Famiglia Cristiana ha criticato Fiorello, spiegando che "sull’Aids, sulla prevenzione, sui mali dell’Africa, sui risvolti morali e religiosi si discute da gran tempo, ma trasformare una simile dialettica in cori ridanciani, scivolare sul pruriginoso, questa non è trasgressione. È goliardia retrodatata, cattivo gusto".

"Non solo fa cantare a Benigni l'elogio della cacca e dei suoi modi di produzione, ma pronuncia la parola vietata, profilattico, e per di più ne fa una tematica da coro, coinvolgendo un pubblico che davvero non sapeva di dover osare tanto", ha scritto il settimanale cattolico sul suo sito web.

L’ultima puntata dello show di Fiorello è stata "una grande caduta di stile". Ne è convinto il Moige, il Movimento Italiano genitori, che ha spiegato la sua posizione dicendo che: "Non condividiamo il modo in cui è stata trattata la questione dell’uso del profilattico...Diffondere con leggerezza e ignoranza un’informazione scientificamente parziale e, quindi, inesatta sulla protezione dei condom, dove gli stessi fogli illustrativi dei profilattici citano che l’utilizzo del profilattico non elimina il rischio,  non è il modo di fare spettacolo per le famiglie corretto e proprio di un artista della caratura di Fiorello".