La Fiorentina corteggia Palombo

Mente la Sampdoria continua a parlare con il Real Madrid per cercare di trattenere Antonio Cassano, che oggi scenderà in campo contro la Nazionale religiosi a Bogliasco alle ore 15, c'è un'altra trattativa che in qualche modo potrebbe riguardare il club di Corte Lambruschini. Operazione però questa volta in uscita: la Fiorentina infatti ha chiesto ai blucerchiati Angelo Palombo, autore di un campionato strepitoso nel centrocampo a cinque di Walter Mazzarri. A confermare l'interessamento del club viola è stato anche il suo procuratore Marronaro: «In tanti in realtà molti club mi hanno chiesto Palombo e tra questi c'è anche la Fiorentina. Pantaleo Corvino ha provato a tastare il terreno, si vedrà. Palombo era andato via da Firenze in un momento particolarmente difficile per la società (era l'anno del fallimento ndr) ma i tempi sono cambiati. Vedremo verso la fine del campionato cosa accadrà». La Sampdoria ha un contratto con Palombo fino al 2010 ma il centrocampista vorrebbe rinnovare il suo accordo con la società, magari arrivando anche ad un adeguamento economico. Le parti si incontreranno nelle prossime settimane, anche se difficilmente l'amministratore delegato Beppe Marotta sta valutando l'ipotesi di una cessione di Palombo per la prossima stagione. Il regista è infatti diventato uno dei prezzi pregiati della squadra e soprattutto è in linea anche con l'organico forte richiesto da Antonio Cassano.
A proposito del numero 99 di Barivecchia, da Milano rimbalza la voce di un'ipotesi di scambio con i rossoneri Gilardino-Cassano ma l'operazione è difficilmente concretizzabile. Intanto il giocatore oggi scenderà in campo contro la Nazionale religiosi e incontrerà nuovamente Renzo Ulivieri con cui aveva litigato durante la partita contro la Reggina. In realtà Mazzarri spera soprattutto di fargli ritrovare il ritmo partita dopo il mese di stop che ha dovuto scontare per squalifica per la sceneggiata con il Torino. Comunque sia adesso Cassano deve ritrovarsi in vista del suo rientro contro il Livorno e Mazzarri è stato chiaro: «Deve tornare ad essere concentrato, anche se in queste settimane si è sempre allenato bene. L'ho lasciato un po' più libero dal punto di vista mentale ma adesso dovrò parlargli e penso che lo inserirò già negli schemi della partita con l'Empoli anche se ancora non giocherà. Deve tornare a fare parte del gruppo a tutti gli effetti».
Mazzarri dovrà fare i conti con due dubbi: Bellucci dal primo minuto, visto che l'attaccante non è al meglio e Campagnaro che rientra dopo un mese di stop per un problema muscolare. L'argentino partirà comunque dalla panchina.