La Fiorentina domina l’Udinese grazie ai due bomber di scorta

Firenze. Assenti Toni e Mutu sono saliti alla ribalta i bomber di scorta. Reginaldo e Pazzini non hanno fatto rimpiangere i titolari e in 44 minuti hanno risolto la pratica. In un Franchi deserto e irreale hanno regalato a Prandelli tre punti che avvicinano i viola alle posizioni di classifica che contano. Vittoria meritata in virtù di una supremazia che non è stata mai in discussione: ma che delusione questa Udinese mai in partita per via di Iaquinta ingabbiato, di un centrocampo irritante per il modo in cui per 90 minuti ha sprecato palloni e di una difesa non impeccabile. Difficile identificarci una squadra di Malesani che di certo sognava un ritorno diverso a Firenze.