Fiorentina, tre gol per cancellare una settimana nera

da Firenze

E adesso che ne sarà di tutti quei processi, di quegli articoli che a sentire Corvino erano già pronti per crocifiggere e criticare la stagione viola? Il controsorpasso sul Milan riporta i viola a quel quarto posto che vale la Champions e annienta una settimana di tensioni e polemiche che la doppia delusione, eliminazione Uefa e sconfitta in terra sarda, avevano innescato. Paradossalmente i goleador di giornata sono proprio quegli uomini che avevano per lungo tempo tradito le attese e che la Fiorentina ritrova tutti insieme, proprio quando i Mutu e i Vieri si tirano fuori dalla contesa. Il mercato ha funzionato, sussurrerà ora qualcuno, magari i presunti dissapori tra il direttore sportivo e Prandelli troveranno modo di smorzarsi perché a questo punto centrare l'obiettivo, quando sembrava finita, sarà pur sempre un successo.
Lo psico-dramma che precede Fiorentina-Parma fomentato dai pronostici a senso unico in quel di Fuorigrotta e dalle quote dei bookmaker che azzerano le speranze viola lascia ora il posto alla meraviglia per aver riscoperto che esiste nuovamente quel calcio pulito che le milanesi, ognuna a suo modo, in questa domenica si sono adoperate per sponsorizzarlo.
La piazza che vale l'Europa che conta passa ora per la Torino granata, storicamente gemellata con i viola. Ma le esperienze altrui, siamo a maggio, spesso mese di beffe calcistiche, non lascia dormire sonni tranquilli da queste parti. Matare il Toro per sbarcare nell'Europa che conta rimane ora l'ultima fatica.