Fioretti: «Si parla della foto e si dimenticano i soldi»

Ancora polemiche sui manifesti riguardanti i finanziamenti ai centri sociali. «Ho constatato - ha detto Pierluigi Fioretti, di An - che i giornali di regime come La Repubblica, Il Messaggero, il Corriere della Sera e alcune agenzie di stampa, non hanno assolutamente riportato le mie dichiarazioni. È evidente che Di Francia e “la compagnia dei furbelli” vuole distogliere l’attenzione dei finanziamenti ai centri sociali focalizzando il pudore d’immagine sull’utilizzo di no global incappucciati. È chiaro che è una foto-immagine per sensibilizzare un episodio politico di una certa grandezza da parte della giunta Veltroni. Sicuramente la foto - ha spiegato Fioretti - non è legata a fatti realmente accaduti a Roma, ma quello che si vuole denunciare sono gli atteggiamenti violenti che provengono dai soliti personaggi che frequentano i centri sociali, ma soprattutto denunciare come tanti fondi destinati al sociale sono stati spesi o per meglio dire sprecati. Perché nel trascorso quinquennio il sindaco Veltroni non ha ipotizzato, ad esempio, di investire quei fondi nella costruzione di nuove case popolari a sud di Corviale, in cui c’è una vasta area di proprietà del Comune? Forse non ci sono soldi nel bilancio comunale? È evidente come la politica di Veltroni è completamente sbilanciata sull’estrema sinistra affinché la stessa sorregga la maggioranza in Comune. È giusto che i nostri concittadini vedano vanificare i soldi pubblici per il restauro dei centri sociali? In quest’ottica, mi domando quale trasparenza possa essere garantita dalla giunta. Cancelliamo l’Ici e utilizziamo i soldi pubblici per garantire nuovi modelli di investimento sociale».