Un fioretto tutto d’oro Sciabola donne, è bronzo

Arriva finalmente la prima medaglia d’oro agli Europei di scherma a Legnano con la squadra del fioretto maschile: in una riproposizione del match dello scorso anno a Sheffield, gli azzurri hanno difeso il titolo battendo in finale la Francia 45-34, potendo così tirare un grosso sospiro di sollievo dopo giornate difficili per la scherma italiana (nell’individuale solo un bronzo, con Arianna Errigo, nel fioretto femminile). Il quartetto azzurro composto da Andrea Cassarà, Andrea Baldini, Valerio Aspromonte e Giorgio Avola era testa di serie numero 1 e ha confermato tutta la sua forza. Dopo aver esordito ai quarti vincendo contro l’Austria per 45-22, ha sconfitto in semifinale la Russia. Dopo un avvio un po’ incerto, gli azzurri hanno rimontato il punteggio e poi gestito il match sino alla fine.
Bronzo dalle ragazze della sciabola, questa volta conquistato con una semifinale vinta in pedana. Sconfitta la Polonia (45-39) nella finale che vale una riscossa delle ragazze che avevano mancato di poco il podio individuale con la Bianco e avevano vinto l’oro nell’ultimo europeo. Irene Vecchi, Gioia Marzocca, Ilaria Bianco ed Alessandra Lucchino, sono passate sopra la Francia (45-34), ma hanno perso con l’Ucraina la semifinale che valeva la finalissima al termine di una gara appassionante e decisa solo all'ultimo assalto con il punteggio di 45-42 per le ex sovietiche (che in finale si sono arrese alle russe). Poi la soddisfazione di bronzo. Oggi la chiusura dell’europeo con altre due prove a squadre: spada maschile e fioretto femminile.