Fiori (Dc): «Serve grande coalizione»

«Il vero, grande problema di Roma è la mancanza di una rete metropolitana degna di questo nome e di una serie di infrastrutture adeguate al suo ruolo nazionale e internazionale». Lo afferma Publio Fiori intervenendo al convegno della Dc romana tenutosi ieri all’hotel Ritz. «Londra ha 600 chilometri di metropolitana, Parigi 400, Roma 29 - si legge in una nota diffusa da Fiori - e non ci sono seri progetti tecnico-finanziari per arrivare almeno a 200 chilometri nei prossimi dieci anni. Il centro-sinistra in 13 anni ne ha costruiti 4». «Questo - continua Fiori - è il tema centrale per il futuro della capitale perché coinvolge traffico, trasporto pubblico, inquinamento, produttività, qualità della vita e determina altissimi costi individuali e collettivi; costituisce, pertanto, il punto centrale di un progetto straordinario (sia tecnico che finanziario) che richiede una collaborazione fra tutte le forze politiche della città». «Ci vuole, dunque - ha detto ancora Fiori -, una grande coalizione tra partiti, istituzioni, imprenditoria locale, banche e capitali privati per realizzare in dieci anni metropolitane e infrastrutture (ad esempio nuovo raccordo anulare, autostrade urbane, grandi parcheggi di scambio, chiusura dell’anello ferroviario) che adeguino Roma agli standard delle altre capitali europee». «Per tale obiettivo - ha concluso Fiori - vanno messi da parte i pur legittimi interessi personali e di partito per cercare assieme un’intesa tra le forze politiche per un temporaneo governo unitario della città che consenta un grande sforzo collettivo per un così importante progetto di sviluppo».