Firenze, una Marathon da record correndo tra storia, arte e cultura

A due settimane dalla prova sono già 6500 gli atleti iscritti

Maurizio Acerbi

I fiorentini si apprestano ad accogliere, il prossimo 26 novembre, una Firenze Marathon che ha superato lo storico muro dei 7.500 atleti al via, costringendo gli organizzatori alla chiusura anticipata delle iscrizioni. Un notevole passo avanti rispetto ai 6.076 della scorsa stagione. Questo improvviso aumento di appeal può essere dovuto a due fattori importanti. Il primo di questi è rinconducibile alla decisione di anticipare, ad ottobre, la Milano City Marathon, evitando così le perniciose sovrapposizioni del passato che finivano per penalizzare entrambe le lunghe. La molla scatenante, però, è più facilmente collegabile al fatto che la IAAF ha inserito la competizione toscana fra le maratone valide per ottenere il minimo di qualificazione ai Campionati Mondiali di Osaka (25 agosto-2 settembre 2007). Minimi che in campo internazionale sono di 2h18’ per gli uomini e 2h42’ per le donne. Forti di questo, gli organizzatori si aspettano più di 3 mila presenze di atleti internazionali, in rappresentanza di 50 nazioni.
Anche se poi il segreto di Pulcinella è il fascino di un tracciato che ha pochi eguali nel mondo. Già dalla partenza, situata a Piazzale Michelangelo, gli atleti vengono catapultati in un’atmosfera densa di storia, arte, cultura. Da qui, infatti, si passa attraverso il parco delle Cascine, il centro storico, con piazza del Duomo, piazza Signoria e tante altre bellezze artistiche, e i quartieri residenziali della città, prima dell’arrivo di piazza Santa Croce. Per quanto riguarda il tipo di percorso, fatto salvo un tratto iniziale in lieve discesa, si procede senza dislivelli e su strade asfaltate. Correre forte, in questa edizione, conviene. Sarà rimborsata l’iscrizione alla gara a tutti coloro che taglieranno il traguardo di piazza Santa Croce in un tempo inferiore alle 2h e 40’ fra gli uomini e alle 3h fra le donne. Incentivi anche, in termini di ospitalità, per chi, nel 2006, è sceso (e lo dimostra) sotto le 2h 20 (2h 45’ tra le donne) in maratona o sotto 1h08’ (1h 19’) nella mezza.
Nei giorni che precedono la gara, il cuore della Firenze Marathon sarà l’Expò, ubicato all’interno della struttura del Nuovo Stadio di Atletica «Luigi Ridolfi» di Firenze. La consegna dei pettorali e del pacco gara (contenente una maglia tecnica ASICS, la rivista ufficiale della Firenze Marathon e altri gadget omaggio) sarà effettuata nei due giorni di venerdì 24 e sabato 25 novembre. Alla vigilia della maratona, poi, si svolgerà il consueto appuntamento su argomenti di interesse tecnico - sportivo, scientifico e di marketing con l’intervento di esperti di settore, organizzato da Training Consultant e Firenze Marathon. Se poi volete unire lo sport al gusto, ecco la possibilità di degustazione di prodotti tipici della «Qualità Toscana» offerti dalla Confederazione Italiana Agricoltori di Firenze e Toscana. Non solo: all’Expò potrete prenotare itinerari in risciò all’interno del centro storico di Firenze, acquistare voucher da utilizzare in tutti i ristoranti convenzionati con la Maratona, incontrare campioni del mondo dello sport e personaggi dello spettacolo.
Sempre il 26, sulle strade fiorentine, insieme alla tradizionale maratona, si correrà la Mini Run, una corsa promozionale di 1,5 Km circa aperta a tutti i ragazzi delle scuole elementari e medie. Partenza ed arrivo da Piazza Santa Croce ed invito aperto anche alle famiglie dei mini atleti. E se poi siete in servizio o in quiescenza di aziende bancarie o assicurative (appartenenza che dovrà essere certificata sul modulo d’iscrizione da parte dell’Ufficio del Personale di ciascuna azienda) e possedete il tesserino Fidal/Uisp (o altro Ente sportivo riconosciuto come da regolamento ufficiale Firenze Marathon) potrete partecipare al Campionato Italiano Bancari/Assicurativi di Maratona 2006.