Firma a Porto Alegre Pato adesso è del Milan

L'annuncio nella notte. Pagata la clausola rescissoria, contratto di 5 anni, un milione a stagione indicizzato. Già domani il giovane brasiliano sarà a Milano. Invece Julio Baptista dice no

Alexander Pato è rossonero, il Milan ha chiuso la missione, Braida ha portato a termine il mandato di Galliani: «Portamelo». Clausola rescissoria pagata, contratto di cinque anni, dal 3 settembre potrà giocare le gare amichevoli e dal 3 gennaio 2008, con l’apertura del mercato invernale, anche le partite ufficiali. Sabato il baby fenomeno di Porto Alegre atterra alla Malpensa, è il colpo di questa estate, il primo straniero di livello che entra in una serie A che ha allontanato i giovani talenti. Pato, 18 anni il 2 settembre, la Papera di Porto Alegre, è considerato il nuovo crack del calcio brasiliano, campione del mondo per club con il suo Internacional di Porto Alegre, ha scelto il Milan dopo che il padre Geraldo Rodriguez aveva visitato quest’inverno il centro di Milanello rimanendone affascinato.

Ha vinto la voglia di giocare al fianco di Ronaldo, Kakà, Cafu, Dida, Serginho e Digao, la casa più tranquilla per crescere bene e protetto dalla colonia brasiliana. Il Milan ha spinto per un contratto indicizzato a partire da un milione nella prima stagione, a crescere fino a due nella quinta. L’Internacional nelle ultime ore aveva spinto per un rinnovo del contratto per poter alzare la clausola rescissoria oltre i 22milioni. Il Milan ha anticipato ogni mossa inviando a Porto Alegre Braida e Cantamessa figlio, preceduti da un’opera preziosa di Leonardo che ha incontrato la famiglia e parlato a lungo con la madre di Pato, molto religiosa e sedotta dall’idea che il figlio potesse giocare con Kakà.

Un’operazione in controtendenza, la serie A sta costringendo i suoi giovani talenti a emigrare. Nell’asta che si sta scatenando attorno a Fernando Musiera, 21enne portiere del Nacional di Montevideo e della nazionale uruguaiana, ci sono anche Juventus e Inter. E il presidente del Genoa Enrico Preziosi ha fatto sapere che farà il possibile per strapparlo alla concorrenza.

Il Manchester Utd dà una lezione a tutti e mette sotto contratto Rhian Davis che per ora ha un solo merito: un nonno che sa smanettare su internet e ha caricato nel sistema un dvd con le imprese del nipote attraverso Youtube. A Manchester hanno perso subito la testa e anche se il piccolino ha solo nove anni, lo hanno già alloggiato nei pressi di Carrington sede dei campi di allenamento. Un portavoce dei Red Devils ha fatto sapere che c’è poco da ridere, ogni stagione vengono messi sotto contratto almeno una quarantina di giocatori di quell’età. Nel frattempo hanno una delle squadre più giovani d’Europa con l’ultimo fenomeno portoghese Luís Carlos Almeida da Cunha, per tutti Nani, 20 anni. Il Real insegue il ventenne Samir Nasri del Marsiglia, da noi invece è partito anche Valery Bojinov, 21 anni al Manchester City.

Adesso il Milan punta a Julio Baptista che sembrava cosa fatta con un’offerta di 4 milioni per il prestito di un anno: «Voglio restare al Real - ha dichiarato il brasiliano -. Non c’è alcuna possibilità che io sia ceduto. Ho parlato con Bernd Schuster, credo conti su di me». In realtà sta per scoprire di non rientrare nei programmi del Madrid, ma non gradisce l’idea del prestito dopo l’amara esperienza all’Arsenal. Altri discorsi aperti con il Real non ci sono, Cassano è stato bocciato dallo spogliatoio, lui spera sempre che l’Inter chiami ma le richieste arrivano solo dalla Bundesliga: Borussia Dortmund, Amburgo e Schalke 04. Emerson è stato scartato per non soffocare Gourcuff e ora è inseguito dalla Juve che lo vorrebbe in prestito. Juve che sta per cedere Chiellini, 23 anni e prendere Makelele, 34,masolo se arriva gratis. Problemi difensivi per Juve e Roma, con Cicinho che si allontana: «Non voglio illudere nessuno,maè difficile che lasci Madrid», ha dichiarato l’agente Ernesto Bronzetti. Ma ci sarà anche lui aMosca e non sarà lì solo per vedere il quadrangolare, mentre Carlo Ancelotti inizia a sentire nuovamente profumo d’Europa, e proprio oggi a Nyon inizia la nuova Champions league con il sorteggio del terzo turno preliminare e la Lazio testa di serie assieme a Liverpool, Arsenal, Valencia, Siviglia, Benfica, Ajax e Werder. Andata 14 e 15, ritorno il 28 e il 29. Il 30 agosto a Montecarlo verranno compilati i gironi, in serata Milan-Siviglia per la Supercoppa europea.