Firmata l’intesa in Provincia per il pane a chilometri zero

È un momento di confronto tra cittadini e politici. Ieri, come ogni seconda domenica del mese, si è tenuta l’iniziativa «Un pomeriggio a Palazzo Isimbardi», l’incontro promosso dalla Provincia. Il presidente Guido Podestà e l’assessore all’Agricoltura Luca Agnelli hanno presentato e firmato i protocolli d’intesa con il Consorzio di San Colombano e con l’Associazione panificatori. I documenti sono stilati con l’obiettivo di favorire lo sviluppo del vino doc milanese e di un «pane a chilometri zero».
Scopo dei provvedimenti è, infatti, quello di affermare il consumo dei prodotti tradizionali del territorio attraverso la creazione di una filiera corta di produzione. I protocolli vanno inquadrati, infatti, nell’ottica di tutelare le aziende agricole e artigianali operanti nel Milanese e capaci di garantire qualità e genuinità. Il beneficio che i cittadini ricaveranno dalla realizzazione di questi progetti è la riduzione dei passaggi intermedi, che comporterà un notevole risparmio nell’approvvigionamento di vino e pane da parte delle famiglie. All’incontro hanno preso parte parte il presidente del Consorzio di San Colombano, Diego Bassi, il presidente dell’Associazione panificatori delle province di Milano e Monza e Brianza, Pietro Restelli, e il presidente della federazione interprovinciale Milano-Lodi di Coldiretti, Carlo Franciosi. «Con questi protocolli - spiega Podestà - cercvhiamo di sostenere la produzione enogastronomica del territorio».