Fisco, arriva il redditometroAncora minacce a Equitalia:busta con proiettile a Roma

Il direttore dell'Agenzia delle Entrate sul nuovo redditometro: "Operativo entro il primo semestre 2012, verranno valorizzate 100 voci di spesa"

Il nuovo redditometro "sarà operativo entro il primo semestre del 2012". Il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, nel corso di un'audizione in commissione Finanze della Camera, parla del nuovo strumento anti evasione, la cui "sperimentazione si concluderà entro febbraio 2011" e grazie al quale si potranno "valorizzare ben 100 voci di spesa".

Befera ha annuciato poi i risultati della lotta all'evasione, precisando che l'Agenzia delle Entrate ha incassato 11,5 mld nel 2011, anno in cui "l'evasione si è ulteriormente rafforzata facendo registrare trend positivo. I risultati testimoniano netto miglioramento qualità ed efficacia contrasto ad inadempimenti tributari".

I controlli complessivamente sono stati 2 milioni, gli accertamenti ai fini delle imposte dirette oltre 700mila, un milione i controlli formali sulle dichiarazioni dei redditi e 300mila su materia di registro.

Per quanto riguarda invece le liquidazioni, "nel 2011 sono state liquidate 40 milioni di dichiarazioni, che hanno permesso un recupero di imposte e 1 milione e 900 mila rimborsi per un valore complessivo di oltre 8,7 miliardi".

"Fino ad ora è emersa una furbizia individuale di corta veduta, cifra autentica di ciò, è solo la mediocrità umana e morale", ha poi aggiunto Befera spiegando che in questa fase di crisi economica nel Paese sta nascendo "un’esigenza di equità fiscale".

Poi Befera ha dichiarato che "nell’emergere della crisi si è tentati di assegnare ad Equitalia l’improprio ruolo di ammortizzatore sociale. La società di riscossione è consapevole di dover agire contro dei soggetti che versano in particolari difficoltà economiche ma c’è anche chi ha fatto tutto per pagare le tasse".

Il direttore ha poi sottolineato il "clima di ostilità e la campagna denigratoria" cresciute nel secondo semestre del 2011, anno in cui sono anche aumentate le "iniziative di contestazione degenerate in atti di violenza contro il personale" che hanno portato a "demotivazione e paura da parte dei dipendenti, con dei riflessi sui risultati". Proprio questa sera è stata recapitata una busta con un un proiettile inesploso all’Agenzia delle Entrate di via Ippolito Nievo a Roma. A segnalare la lettera è stata una dipendente. Il mittente segnalato sulla missiva era "Babbo Natale". "Oltre 250 sono stati gli atti intimidatori contro Equitalia, di cui 70 soltanto a gennaio. Sono attacchi che provocano demotivazione e paura presso i dipendenti. Nel secondo semestre 2011 l'acuirsi del clima di tensione, alimentato da una campagna denigratoria, ha inciso sui risultati dell'attività di riscossione", ha denunciato Befera.

Che poi ha anche spiegato che "verrà realizzato un software per contribuenti come strumento di orientamento" per comparare i redditi dichiarati "con la capacità di spesa sostenuta nel corso dell’anno". Dal 2012 partirà una nuova campagna di "tutoraggio di soggetti fiscali di grandi dimensioni che passeranno da 2.000 a 3.100 nel 2012"