Fisco, Brunetta: sgravi per gli statali efficienti

Sarà pronto entro una settimana il piano
industriale per la riforma della pubblica amministrazione. Il ministro: "L’obiettivo è definire migliori
regole, strumenti più forti, incentivi e meccanismi di premialità
e punizione"

Roma - Sarà pronto "entro una settimana il piano industriale per la riforma della pubblica amministrazione". Settimana prossima il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, incontrerà le parti sociali per realizzare un "pacchetto di misure" che saranno attuate con "un decreto legge, un disegno di legge che starà col Dpef e leggi delega: tutti da approvare entro l’anno". L’obiettivo è definire "migliori regole, strumenti più forti, incentivi e meccanismi di premialità e punizione". Cose che finora non sono state realizzate "perché non c’è stata volontà politica".

Sgravi fiscali per gli statali Gli sgravi fiscali sugli straordinari "certamente vanno dati ad un lavoro pubblico efficiente". Il ministro per la Pubblica amministrazione ha presentato oggi l’operazione "trasparenza". "La vera lotta di classe è il lavoro buono contro il lavoro cattivo", ha aggiunto. Intanto le assenze del personale e gli stipendi dei dirigenti pubblici arrivano sul web. "E' una piccola rivoluzionè ha spiegato Brunetta sostenendo che ’il Paese non ne può più di una gestione opacà. ’Io - ha proseguito il ministro - voglio considerare la Pubblica amministrazione come le società quotate, in cui gli azionisti sono i cittadini, quei sessanta e oltre milioni di italiani chiamati a fare i cani da guardia. Società in cui vige la trasparenza dei bilanci, dei risultati e delle performance".

Dati on line I dati, già consultabili on line, sono riferiti sia al personale del ministero (dipartimenti funzione pubblica e innovazione tecnologica), sia alle strutture ad esso collegate (Scuola superiore della pubblica amministrazione, Aran, Formez, Cnipa). Si tratta di un universo complessivo di circa 1.100 dipendenti di cui 330 del ministero. Nell’arco di 10 giorni al massimo, inoltre, ’appena definite le formalità dei decreti di gabinettò, Brunetta ha annunciato che saranno inseriti anche i dati, compresa la retribuzione annua lorda, del ministro e dei suoi collaboratori.

Cacciare i fannulloni Nuovo attacco di Brunetta contro i "fannulloni" della pubblica amministrazione. "Farò di tutto per dare la caccia all’imboscato", ha detto a margine della presentazione dell’operazione trasparenza per il personale del suo dicastero. Se il privato non lavora - ha sottolineato - interviene il "piede invisibile", che si chiama mercato. Ma se il pubblico non lavora, non c’è il piede invisibile, o non c’è ancora. "Io - ha aggiunto Brunetta - voglio introdurre il piede invisibile, e piede nel senso di pedata. La Pubblica amministrazione, secondo dati macro e "atecnici", ha tassi di assenteismo doppi rispetto al settore privato. Ma come ha detto Emma Marcegaglia, non è ammissibile che ci sia una parte del Paese che lavora e un’altra, soprattutto pubblica, che lavora molto meno, vivendo sulle spalle degli altri". "Forse qualcuno - ha concluso Brunetta - si irrita se, riferendomi a questo obiettivo, cito Mao Tse Tung ("colpirne uno per educarne cento") oppure dico che bisogna licenziare i fannulloni. Ma credo che continuerà a irritarsi, perchè in questa battaglia ho con me il 98% della popolazione italiana".