Fisco: proroga fino al 15 giugno per Unico e 730

Roma - I contribuenti, ma non tutti, avranno più tempo per preparare la dichiarazione dei redditi. Il modello 730 potrà essere presentato ai Caf fino al 15 giugno. Slittano anche le date del modello Unico, ma non per tutti: la proroga, scaglionata a secondo della tipologia del modulo, riguarderà solo i professionisti, i lavoratori autonomi e le società. La proroga - considerata "eccezionale" dall'Agenzia delle Entrate - non riguarda la consegna del modello Unico cartaceo, che può essere presentata solo dai contribuenti semplici, cioè dalle persone fisiche senza partita Iva. Inoltre non sono state toccate i termini per i versamenti delle imposte, sia per il saldo 2006 sia per l’acconto 2007. Lo spostamento riguarda invece il 730 e la dichiarazione di Unico attraverso il canale telematico. Quest'ultima rimane al 31 luglio per i contribuenti "semplici", slitta al 10 settembre per le società di capitale che versano l’Ires (la nuova Irpeg) e viene prorogata al 25 settembre per i lavoratori autonomi, i professionisti e gli imprenditori.

Le ragioni della proroga "La rimodulazione delle date - spiega l’Agenzia delle Entrate nel comunicato - è stata decisa tenendo conto delle richieste avanzate dagli operatori della fiscalità al tavolo tecnico istituito dal vice-ministro dell’Economia e delle Finanze, Vincenzo Visco. I Caf, i professionisti e i rappresentanti delle categorie che partecipano al tavolo hanno sottolineato in particolare la complessità delle novità introdotte e il loro forte impatto sugli adempimenti legati alla predisposizione della dichiarazione. L’Agenzia delle Entrate sottolinea comunque di aver predisposto la modulistica e le specifiche tecniche e fornito le indicazioni necessarie alla predisposizione delle dichiarazioni con largo anticipo rispetto agli anni precedenti. Analoga anticipazione non è stata rilevata nella messa a disposizione agli operatori dei software per la compilazione e l’invio telematico delle dichiarazioni". Già nel decreto Visco-Bersani dello scorso autunno la dichiarazione Unico cartacea era stata portata dal 31 luglio al 30 giugno, e quella telematica dal 31 ottobre al 31 luglio.

Le nuove scadenze
15 giugno 2007:
è stato previsto un breve differimento, dal 31 maggio al 15 giugno 2007, della possibilità di prestare l’assistenza fiscale mediante l’accettazione fino a tale data del modello 730.
2 luglio 2007: resta fissata al 2 luglio la scadenza per le persone fisiche non Iva che presentano la dichiarazione modello Unico cartacea a banche e Posta, ferma restando la facoltà per questi contribuenti di avvalersi del più ampio termine del 31 luglio previsto per l’invio telematico.
31 luglio 2007: resta fissata al 31 luglio la scadenza per l’invio telematico del modello Unico da parte di persone fisiche non Iva, soggetti non partecipanti a società di persone, ad associazioni professionali e a società di capitali per trasparenza.
10 settembre 2007: slitta al 10 settembre il termine del 31 luglio per l’invio telematico di Unico da parte di società di capitali, soggetti equiparati, enti non commerciali, nonché per i predetti soggetti, con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare, per i quali il termine ordinario scade nell’arco temporale tra il 1 maggio 2007 e il 9 settembre 2007.
25 settembre 2007: slitta al 25 settembre il termine del 31 luglio per l’invio telematico di Unico da parte di persone fisiche titolari di redditi d’impresa, di lavoro autonomo e di partecipazione, e da parte di società di persone, associazioni tra artisti e professionisti, società semplici e soggetti equiparati.