Fisco, raddoppiati i controlli

da Roma

In quattro mesi, l’Agenzia delle entrate ha inviato 1.319 richieste per indagini finanziarie, in aumento del 114% sulle 1.400 del 2006. L’obiettivo 2007 è di 3mila controlli. Gli accertamenti Iva e Irap sono stati 137.444 rispetto a 85.438 del primo quadrimestre 2006, le verifiche 3.021 rispetto alle 2.701 del 2006 e i controlli sugli obblighi fiscali 41.618 rispetto a 38.037 del 2006. I dati sono stati presentati dal direttore Massimo Romano, che ha inoltre reso noto l’ammontare degli incassi 2006 da parte dell’amministrazione fiscale, pari a 3,4 miliardi di euro (più 49% sul 2005). Lo scorso anno il Fisco ha svolto 419.924 controlli sulle imposte dirette, Irap e Iva, con un incremento del 14% sul 2005. Il 95% dei contribuenti che sono stati visitati è risultato non in regola.
Per quanto riguarda ancora il primo quadrimestre dell’anno in corso, sono stati formulati 17.638 atti di contestazione in materia di scontrino o fattura, che hanno portato alla chiusura di 95 esercizi. «Per tanti altri - ha detto il direttore centrale per l’accertamento Villiam Rossi - sono già maturate le condizioni ma i provvedimenti sono in via di definizione». Sull’anagrafe dei conti, Rossi ha spiegato che a fronte di 1.319 richieste sono arrivate 3.064 risposte positive relative a rapporti in essere e 555mila negative.