Fisco, uno scontrino su dieci è irregolare

Milano - Il dato è regionale, ma se traslato su scala nazionale diventa inquietante. Sono 39.225 gli scontrini fiscali controllati sul territorio della Lombardia dai finanzieri, dei quali 4.910, pari al 12,5 per cento, sono risultati irregolari. Questo uno dei dati diffusi dal comando regionale della Guardia nel corso della presentazione dell'attività svolta in Lombardia nel corso del 2006. Nella sola provincia di Milano, le ricevute fiscali controllate sono 12.037 di cui 1.333, pari all'11,1 per cento, sono risultati irregolari. "L'alto numero di controlli effettuati - ha detto il colonnello Virgilio Pomponi - va letto come indice della presenza costante della Guardia di Finanza sul territorio".

Evasori Individuati su tutto il territorio regionale 834 evasori fiscali, di cui 727 totali e 107 paratotali. Questo tipo di controllo è stato definito "più insidioso e più difficile" rispetto a quello sugli scontrini fiscali dal colonnello Virgilio Pomponi, che ha poi spiegato che gli evasori totali sono quelli che sono completamente ignoti al fisco, mentre i paratotali sono quelli che dichiarano solo parte del reddito. Del dato complessivo di evasori scoperti dalle fiamme gialle, 215 sono stati individuati sul territorio di Milano, pari al 25,8 per cento del totale regionale. "Il trend riferito ai controlli ha portato a una crescita della scoperta degli evasori totali e paratotali - ha commentato Pomponi - e l'attività ha portato al recupero di una base imponibile notevole, pari a 2.030 milioni di euro", di cui 355 nella provincia.