Fitch promuove le banche italiane: più forti nel 2007

Le prime sei grandi banche italiane «sono ben posizionate per migliorare ulteriormente le proprie performance nella seconda parte del 2006 e nel 2007». La pagella è dell’agenzia Fitch che, all’indomani del matrimonio tra Intesa e Sanpaolo e di Bpi con Bpvn, «vede con favore fusioni e aggregazioni ben preparate e ben eseguite soprattutto se si considera come il sistema bancario italiano rimanga piccolo in base agli standard europei e internazionali». Gli esperti americani si aspettano che «i risultati per l’intero anno» di Unicredit, Intesa, Sanpaolo, Capitalia, Monte dei Paschi e Bnl, «riflettano il lavoro e le ristrutturazioni che si sono succedute, con miglioramenti addizionali per quanto concerne la generazione di ricavi e l’efficienza».