Una fitta agenda di impegni per Fini

Venticinque bilaterali, più di 40 appuntamenti di lavoro. È questo il programma previsto, fino a martedì, per il ministro degli Esteri, Gianfranco Fini, giunto venerdì a New York per partecipare ai lavori della sessione inaugurale della 60ª Assemblea generale dell'Onu. La fitta scaletta degli impegni - in pratica uno ogni mezz'ora - si è aperta ieri mattina con la riunione dei ministri degli Esteri dell'Unione europea che hanno affrontato il dossier nucleare dell'Iran, la situazione irachena, il processo di pace in Medio Oriente (alla luce, soprattutto, del ritiro israeliano da Gaza), la lotta al terrorismo e il confronto con il mondo islamico. Punto centrale dell'agenda di Fini di oggi è l'intervento all'assemblea generale. Prima di allora il ministro incontrerà i giornalisti (intorno alle 9 ora di New York) per una conferenza stampa.