Una fitta nebbia blocca sull’Everest 1.500 turisti «Finiti i viveri»

Almeno 1.500 turisti stranieri sono bloccati alle pendici dell’Everest, nel Nepal nord orientale, a causa del maltempo che ha paralizzato gli aeroporti della regione. «Da tre giorni tutti i voli sono sospesi a causa della visibilità che è pressoché zero. Non sappiamo se nei prossimi giorni ci sarà un miglioramento», ha detto un funzionario dello scalo «Tenzing Hillary» di Lukla, nella vallata himalayana di Sagarmatha, dove inizia il cammino di avvicinamento al «tetto del mondo». Insieme ai turisti ci sono anche 500 guide. Il grande numero di persone bloccate, in attesa di tornare a Katmandù, ha fatto scattare l’emergenza: c’è carenza di posti letto e cominciano a scarseggiare anche i viveri. La nebbia non dovrebbe disperdersi prima di domani.