Fiumicino Alleggerivano i bagagli prima di imbarcarli: arrestati in due

Lavoravano per la compagnia Alitalia Airport, ma arrotondavano lo stipendio da dipendente stagionale rubando qua e là nei bagagli dei passeggeri. S.L., 24 anni, e C.A., 23 anni, sono stati arrestati in flagranza di reato dalla Polaria nell’aeroporto di Fiumicino per essere stati sorpresi ad alleggerire degli oggetti più preziosi i bagagli scelti con cura prima di imbarcare gli stessi nella stiva dell’aereo. A seguito delle perquisizioni domiciliari, ma anche negli armadietti del posto di lavoro e nelle automobili dei due, gli investigatori hanno trovato navigatori satellitari, macchine fotografiche e numerosi telefonini per un valore complessivo di oltre 400 euro.
È questo il caso più eclatante tra le operazioni condotte nelle ultime settimane dagli agenti della Polaria di Fiumicino. Tra gli altri arresti portati a termine, quello di tre borseggiatori - un cubano e due slavi - , di un ghanese sorpreso con 50mila euro falsi al momento di imbarcarsi su un volo con destinazione Malaga, di un giovane di nazionalità romena sorpreso fare acquisti nei negozi dell’aeroporto con carte di credito clonate e quello di una donna di nazionalità nigeriana colpita da ordine di cattura per l’espiazione di una pena di altri due anni di carcere per traffico di sostanze stupefacenti.