Fiumicino Nel 2014 il porto eco-compatibile

Sarà pronto entro il 2014 il porto turistico di Fiumicino, il più grande d’Europa e il primo eco-sostenibile d’Italia. Si estenderà su un’area di 104 ettari (77 per opere a mare e 27 per opere a terra) con 1.445 posti barca fino a 60 metri. Più negozi, bar, ristoranti e quasi 3.500 posti auto. A firmare l’accordo di programma che ha dato il via libera all’opera il vicepresidente della Regione Esterino Montino e il sindaco di Fiumicino Mauro Canapini. Gli investimenti per realizzare il porto, tutti privati, ammontano a di 325 milioni di euro, mentre le previsioni d’impiego, tra personale fisso e stagionale, sono di 2500 posti di lavoro una volta entrato a regime. «È un progetto ambizioso - ha sottolineato Montino - Il nuovo porto turistico darà una risposta non solo a chi ha la barca ma a tutto l’indotto. Ci aspettiamo una ricaduta significativa sull’economica del territorio e sull’occupazione, oltre che sulla riqualificazione dell’intera area». «È un progetto che abbiamo voluto e condiviso tutti», gli ha fatto eco Canapini. In un’altra area di proprietà della Regione, sette ettari a ridosso del porto, dovrebbe essere «messa a disposizione della cantieristica navale».