Fiumicino pronto ad affrontare un week-end da tutto esaurito

A Ciampino nemmeno un posto vuoto sui 50 voli delle compagnie low-cost Inghilterra e Spagna sono le mete più gettonate

Così come sulle autostrade italiane, anche all’aeroporto intercontinentale di Fiumicino in questo primo week-end di agosto si attende una massiccia affluenza di passeggeri. In coincidenza con la chiusura di molte attività lavorative, chi ha scelto l’aereo come mezzo per spostarsi è in procinto di raggiungere la meta delle agognate vacanze agostane. Turisti stranieri, per lo più americani, tedeschi, spagnoli, inglesi e italiani, già da ieri hanno affollato sia i tre terminal partenze (nazionali, europee e internazionali), sia quello che ospita i voli charter, l’«AA» e il nuovo T5 dedicato ai voli Usa e a quelli diretti in Israele.
In aeroporto tutte le attività stanno operando a pieno regime e, stando a quanto riferiscono gli addetti, con efficienza. Lo ha confermato nei giorni scorsi anche il presidente dell’Ente nazionale dell’Aviazione civile (Enac), Vito Riggio, giunto appositamente nello scalo romano per illustrare l’andamento positivo della prima parte di stagione estiva. «Rispetto al 2007 - ha spiegato - quando Fiumicino collassò giunto a quota 110mila passeggeri giornalieri, quest’anno la media di luglio si è avvicinata a 118 mila transiti (+3,4%) con picchi di 130 mila e tutto è andato liscio, grazie anche ad alcuni correttivi adottati che si sono rivelati preziosi».
In particolare il presidente dell’Enac ha sottolineato che è stata programmata un’integrazione della forza lavoro, un aumento delle manutenzioni sul Bhs (il sistema automatico di smistamento dei bagagli) e una diminuzione del livello di carico dello stesso sistema valutato nel 6,23 per cento, dovuto allo spostamento dei vettori Usa e Israele al nuovo terminal 5.
Ma quali sono le tendenze di quest’anno, quali le mete più gettonate da parte dei romani che hanno scelto agosto per lasciare l’afa che ha preso d’assalto le capitale? Tra le destinazioni predilette da chi è in partenza dagli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, sia con le tradizionali compagnie aeree sia con quelle a basso costo, figurano oltre alle classicissime capitali europee come Londra, Parigi, Siviglia, Madrid, Barcellona, Amsterdam, Vienna, Praga, Budapest, Sofia e Bratislava, anche le località balneari. Sono decollati completamente pieni i circa venti voli charter diretti ieri a Santorini, Agadir, Tunisi, Sharm el Sheik, Atene, isola di Kos (Grecia), Luxor, Ibiza, Palma Di Maiorca, Djerba. Tutti esauriti anche i posti a bordo degli aerei diretti verso le nostre isole: Pantelleria, Catania, Palermo, Olbia e Cagliari.
Si registra una grande affluenza di viaggiatori anche a Ciampino, il secondo scalo della capitale, da dove decollano quasi tutte le compagnie low-cost. Secondo quanto si è appreso da fonti aeroportuali, ieri hanno lasciato la città senza nemmeno un posto libero i cinquanta voli programmati diretti in Spagna, Francia, Germania, Inghilterra, Svezia e Irlanda.